ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto lingue

LESSICO E LESSICOLOGIA

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

lessico e lessicologia


Lessico ha due accezioni: come lessico mentale e come dizionario.

Lessico sta a grammatica come memorizzato sta a costruito con regola. Semplificando potremmo dire che i morfemi vanno memorizzati tutti, le parole memorizzate molte, i sintagmi si costruiscono in gran parte con le regole e le frasi si costruiscono tutte con le regole.

Lessico mentale: sottocomponente della grammatica dove sono immagazzinate tutte le informazioni relative alle parole; non solo la conoscenza delle parole, quindi, ma anche del loro funzionamento e dei rapporti tra di loro.



Problema 1: le parole sono memorizzate con un lemma solo o ci sono tutte le forme flesse, derivate ecc.? si pensava che fosse memorizzato un lemma solo, ma almeno le forme flesse irregolari vanno memorizzate.

Problema 2: come si pescano le parole dal lessico? Uno dei vari modelli: se mi dicono Baltimora, sento la b e penso a tutte le parola con la b; mi dicono anche la a e penso alle parole con ba; così via fino a baltim, con cui c’è solo Baltimora, che è il punto di non ritorno.

Problema 3: il riconoscimento avviene solo con le informazioni fonetiche o ci sono anche informazioni sintattiche e semantiche?

Il dizionario non è il lessico mentale perché ha tantissime parole sconosciute ai parlanti; non vuole descrivere una competenza lessicale ma si pone a livello di langue.

Per fare un dizionario si devono lemmatizzare le parole. Inoltre c’è diacronia (parole morte).

Nel dizionario ci sono però anche parole in meno di quelle che il parlante sa: gli avverbi in –mente, i neologismi ecc.

Non bisogna confondersi fra dizionario (lista di parole) ed enciclopedia (informazioni su tutto lo scibile).

Nel dizionario in realtà non ci sono solo parole semplici, ma anche lessicalizzazioni, gruppi di parole trasformati in un’unità lessicale, ad esempio le espressioni idiomatiche tagliare la corda o nontiscordardimé, e grammaticalizzazioni, unità che perdono il significato lessicale e ne acquistano uno grammaticale (mente diventa il suffisso –mente).

Il lessico di ogni lingua ha una sua stratificazione; lo strato [+nativo] è quello centrale, quello [-nativo] è quello periferico, dovuto ai contatti con altre lingue.

In inglese è importante la stratificazione [+–latino] da cui dipendono alcuni affissi (ad esempio +ity va solo coi [+latino]). In genere, radici native si aggiungono ad affissi nativi e radici dotte ad affissi dotti.

Per la stratificazione dell’italiano, lo strato [-nativo] è composto da:

Ø      calchi: riproduzione di struttura sintattica, morfologica o semantica

Ø      prestiti: riproduzione centrata sul significante; i prestiti possono essere:



adattati: hanno forma fonetica italiana e possono dar luogo a derivazione (piffero, carciofo)

non adattati: non hanno forma fonetica italiana e non fanno derivazioni (clackout, atelier, dobermann ma non sport che fa sportivo).

Il dizionario poi dice la data dei lemmi (il secolo) e il loro uso (antico, regionale, letterario ecc.)

e registro stilistico (familiare, scherzoso, volgare ecc.); alcuni dizionari introducono le categorie fondamentale (90% del parlato), alta disponibilità (parole poco dette ma riferite a oggetti comuni) e di alta frequenza (parole poco usate ma note ai medio-istruiti).


Ci sono molti tipi di dizionari: monolingua, bilingua, etimologico ecc.; parliamo del dizionario elettronico.

Rispetto al dizionario cartaceo possono: ricercare lemmi con le stesse caratteristiche o in coppie o con certe lettere (?are troverà mare care e fare, *are trovare calcare, amare e fare, poi si usano e, o, vicino a ecc.), sillabare lemmi, creare liste personalizzate e stamparle, trovare sinonimi e contrari, sentire la pronuncia e tante altre cose.

Parliamo del lessico; che cos’è?

Un lessico è quello mentale dei parlanti e un altro è il vocabolario di una lingua. Le parole di una lingua vengono memorizzate, ma la lingua non è una nomenclatura, dobbiamo capire il concetto.

Il sintagma è un’unione di più parole. Il libro è già un sintagma ma non è una frase. Sintagmi sono i nuclei di parole che si legano fra loro ma non ancora a livello di frase.

Il lessico mentale sono le informazioni immagazzinate che i parlanti conoscono sulle parole della lingua; tutte le forme nelle loro articolazioni. Nel lessico mentale c’è il libro, i libri, il librone ecc., nel vocabolario c’è solo libro.


Conferenza del giornalista.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta