ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto ricerche

Determinazione del grado alcolico del vino o titolo alcolometrico volumico effettivo (% in volume), tramite metodo per distillazione o densimetria e m

ricerca 1
ricerca 2

Determinazione del grado alcolico del vino o titolo alcolometrico volumico effettivo (% in volume), tramite metodo per distillazione o densimetria e metodo ebulliometrico.


RICHIAMI TEORICI:


L' alcool etilico o etanolo è il prodotto finale della fermentazione alcolica degli zuccheri a opera dei lieviti.Esso viene impiegato nella preparazione dei liquori e come solvente di molte sostanze organiche. Ogni tipo di vino deve avere un contenuto alcolicominimo fissato dalla legge;per esempio i vini da tavola devono avere un titolo alcolometrico volumico inferiore al 9%,ecc.



Per la determinazione del grado alcolico tramite distillazione si usa il distillatore Gibertini,che tramite bollitura a 90,produce un distillato di vino.

Poi la bilancia idrostatica di Westphal ,uno strumento a bracci diseguali,molto usato per la determinazione della densità dei liquidi,che si basa sul principio di Archimede:un corpo immerso in un fluido riceve una spinta verso l'alto,pari al peso delfluido spostato.

Per il metodo ebulliometrico siusa l'ebulliometro Malligand,strumento usato esclusivamente per la determinazione del punto di ebollizione delle soluzioni idroalcoliche.Questo strumento viene usato per la determinazione del grado alcolico.Come è noto l'acqua bolle a 100,mentre l'alcool puro a 78,3. ,poichè il vino è una miscela idroalcolica,ha punto di ebolliz ione intermedio tra quelli citati,tanto è piu ricco di alcool,tantopiù basso è il suo punto di ebollizione e viceversa.

L'ebulliometro Malligrand è costituito da una caldaia con tappo a vite,in cui è infilato un termometro a mercurio lungo il quale scorre un regolo graduato da 0 a 25,e un refrigeratore.


METODO PER DISTILLAZIONE:


STRUMENTI e MATERIALI USATI:


DISTILLATORE,

BILANCIA DI WESTPHAL,

CILINDRO TARATO.

METODOLOGIA:


Per la determinazione del grado alcolico tramite distillazione si usa per primo il distillatore Gibertini,in cui introducendo 30 ml di vino con 1,5 ml di soluzione di allume e antischiuma,si raccolgono 120 ml di distillato dopo appena 8 minuti circa.Poi si usa la bilancia idrostatica di Westphal, inanzitutto si tara lo strumento all'aria:si appende il peso in vetro pulito e asciutto al gancio della bilancia , si aspetta che smetta di ondeggiare,pio si fanno coincidere gli indici,agendo sulla vite del basamento dello strumento che lo fa alzare o abbassare.Poi si tara all'acqua:si riempie il cilindrodella bilancia con H2O distillata e vi si introduce il peso o galleggiante in vetro,la taratura coincide con quella precedentemente illustrata.Poi nel cilindro,dopo aver eliminato l'acqua,si introduce il distillato di vino,con il galleggiante immerso,facendo ben attenzione che questo non tocchi le pareti del contenitore..sul braccio della bilancia si iniziano a mettere sugli appositi sostegni i pesi,fino a quando gli aghi coincidono.A questo punto si fa la lettura dello strumento,sul primo "piolo"ci sono le unità,sul secondo la prima cifra decimale,sul terzo la second a cifra decimale e così via. A seconda del numero di pesi che si trovano su ciascun sostegno si ricava il risultato.


CALCOLI:

Visto che la lettura degli strumenti da già il grado alcolico del vino analizzato,non occorre effettuare calcoli aggiuntivi.



CONCLUSIONI:


Leggi particolari regolano la gradazione delle sostanze alcoliche e la loro preparazione. Questo vino analizzato è commerciabile.


CONSIDERAZIONE sull' ESPERIENZA:


I risultati ottenuti possono essere poco esatti,perchè l'esperienza deve essere ripetute per tre volte,inotre ci possono essere stati errori di lettura degli strumenti,errori di dosaggio,di distrazione ecc.Inoltre per la taratura della bilancia di Westphal ci deve essere una temperatura ben precisa ,da rispettare, ,cosa che noi non abbiamo controllato.


METODO EBULLIOMETRICO:


STRUMENTI USATI:


Ebulliometro Malligrand,

Pipetta.


METODOLOGIA:


Si introduce dell'acqua distillata nella caldaia facendo attenzione che il suo livello coincida con il primo anello,altrimenti usare la pipetta per aspirare l'acqua in eccesso.si chiude la caldaia con il tappo,con l'astadel termometro e il refrigerante vuoto.Far bollire l'acqua,il calore sprigionato farà muovere il Hg che ad un certo punto si fermerà,lì si deve fissare lo zero.quindi svuotare la caldaia,sciacquare bene ,e introdurre il vino,facendo sempre attenzione al livello.Si riavvita il tappo,con il refrigeratore pieno d'acqua.Si

riaccende la fiamma,e si spenge quando il mercurio si è stabilizzato. A questo punto ci si appresta alla lettura delllo strumento:il tasso di alcool etilico è corrispondente al livello che ha raggiunti il Hg,nella scala del termometro.


CALCOLI:


Visto che la lettura degli strumenti da già il grado alcolico del vino analizzato,non occorre effettuare calcoli aggiuntivi.


CONCLUSIONI:


Leggi particolari regolano la gradazione delle sostanze alcoliche e la loro preparazione. Questo vino analizzato è commerciabile.


CONSIDERAZIONI SULL'ESPERIENZA:


I risultati ottenuti possono essere poco esatti,perchè l'esperienza deve essere ripetute per tre volte,inotre ci possono essere stati errori di lettura degli strumenti,errori di dosaggio,di distrazione ecc.




Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta