ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto ricerche

Dinosauri - I PRIMI REPERTI



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Dinosauri


I PRIMI REPERTI



Già nel seicento affiorarono i primi reperti fossili. Gli studiosi del tempo li attribuirono alle impronte lasciate dal corvo di Noè. Grazie al reverendo Plot, con la Storia Naturale della Contea di Oxford del 1677, nacque una nuova ipotesi, ed era quella che supponeva che questi enormi mammiferi fossero stati portati in Inghilterra dai Romani. L’inventore dell’Anatomia ata, il sig. Couvier, dopo circa 50 anni affermò che invece erano antenati di rettili fino a quel momento sconosciuti. Finalmente vennero creati i primi strumenti di analisi e valutazione cosicché venne battezzato il primo Mosasaurus, che si supponeva vivesse in terre di mare, che fosse gigante e carnivoro. Grazie ad altri due studiosi, Gildeon Mantell e Mary Woodhouse, nel 1822 venne scoperto un dente fossile di un erbivoro che non poteva essere un mammifero del tempo, inquanto le Iguane, unici rettili erbivori conosciuti al tempo, vivevano in America del Sud. Ai primi esemplari venne dato il nome di Iguanodon, cioè dente di iguana.


Ad un certo punto il sig. Owen crea un nuovo gruppo chiamato tassonomico dove classificare questi nuovi animali: Dinosauria; questo nome deriva dal greco e significa ricostruzione errata di Iguanodondeinos = terribile e sauria=lucertole. Nel frattempo i reperti fossili vengono alla luce con più frequenza e quindi gli studi, le analisi e le ipotesi si susseguono freneticamente.

Nel 1858 Joseph Leidy fu il primo ad ipotizzare che ce ne fossero anche di bipedi date le tracce di zampe a tre dita. Nel 1896 la teoria sull’evoluzione della specie viene pubblicata da Darwin. A questo punto ci si accorge che le diverse ipotesi e supposizioni dei vari paleontologi creano e avrebbero creato in futuro moltissime polemiche. Ma la teoria di Darwin aveva dei cosiddetti 'anelli mancanti' e il ritrovamento di Archaeopteryx, che era il primo dinosauro con ali, penne, e bocca con denti fa luce su questi punti ancora misteriosi.




Edward Drinker Cope

Altri due studiosi diventarono famosi per le loro avventure a caccia di reperti, erano Marsh e Cope. Grazie a questi due personaggi furono portati alla luce moltissimi reperti fossili,

scoperti alcuni cimiteri, mummie e scheletri interi. Si ipotizzo che moltissimi anni fa c’erano questi rettili grandi, piccoli, bipedi, quadrupedi, erbivori, carnivori, lenti e veloci che popolavano la nostra terra. Nel 1888 Harry G. Seely suddivise i dinosauri in due gruppi: I Saurischi e gli Ornitischi. La differenza sostanziale era la forma del bacino e la struttura ossea di quella parte del corpo. Nel 1984, dopo aver scoperto Deinonychus, Ostrom ipotizzo che alcuni dinosauri avessero un metabolismo simile ad altri animali a sangue caldo. Oggi si pensa che anche gli uccelli discendano dai dinosauri.











Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta