ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto ricerche

IL MODERNISMO CATALANO E ANTONI GAUDI'

ricerca 1
ricerca 2

IL MODERNISMO CATALANO E ANTONI GAUDI'


La matrice del modernismo catalano è un'associazione politico - culturale, il Centro Català, fondato nel 1882 per promuovere il ritorno alle tradizioni locali e la modernizzazione del paese, come premessa per ottenere un'autonomia politica nelle Stato snolo.

I membri più giovani di questo gruppo, che escono dal Centre nel 1887, fondano la Lliga de Catalunya, a cui appartengono l'industriale Eusebio Guell e Luis Domenech y Montaner e il Centre Esolar Catalanista a cui aderisce Josť Puig y Cadafalch.

Insieme ai principali Domenech y Montaner esordisce Antoni Gaudì, che parte dall'insegnamento teorico di Violet le Duc, quindi adopera il riferimento medioevalista per tentare una revisione più profonda, strutturale e distributiva, dei modelli edilizi. Le prime opere, la casa Vicens del 1883 e il palazzo Guell del 1885, sono solide casse murarie modellate da decorazioni quanto mai ricche e variate.

Nell'ultimo decennio dell'800 e nel primo del '900 egli realizza una serie di edifici, tra cui il collegio delle suore Teresiane, la torre Bellesguard, la casa Battlò e la casa Milà, quest'ultima inserite nella periferia di Barcellona, accettando gli involucri prescritti dal dispositivo urbanistico, ma rinnovando completamente l'interno, la composizione degli spazi.



Nelle due case del 1905 la struttura è una gabbia di cemento armato, che permette una completa libertà di modellazione delle tramezzature, sfiorando il concetto di "piano libero". Per la casa Battlò e il palazzo Guell egli progetta anche i mobili, con gli stessi criteri.

Dal 1900 al 1914 Gaudì realizza per i Guell due opere di maggior scala: una città giardino nella periferia di Barcellona, che viene trasformato poi in un parco urbano.

Dal 1884 Gaudì è impegnato nella costruzione di una grande chiesa, il tempio della Sagrada Familia, in un nuovo quartiere di Barcellona. L'impianto iniziale è strettamente gotico, ma l'alzato è corretto a più riprese, con sempre maggiore indipendenza dai modelli storici. Quest'opera assorbe tutte le energie del maestro negli ultimi anni, e resta incompiuta negli anni Venti, quando i nuovi sviluppi della cultura architettonica spiazzano completamente l'impresa del maestro catalano.





Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta