ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

ANTROPOLOGIA E LINGUISTICA

ANTROPOLOGIA E LINGUISTICA
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

ANTROPOLOGIA E LINGUISTICA


La discussione sui rapporti tra modi di pensiero e tipi di società può essere ampliata da una riflessione centrata sui rapporti tra lingua e pensiero, lingua e cultura, lingua e società.

L’antropologia incontra la linguistica, la scienza del linguaggio.

Il terreno d’incontro è rappresentato dall’interrogativo seguente: “Tra lingua e pensiero qual è la + determinante?”, “quale delle due determina l’altra?”

Alcuni hanno considerato il linguaggio come una successione di parole che seguono un’ordine logico conforme all’espressione logica del pensiero.

Diderot nel ‘700 afferma che l’ordine delle parole in francese, corrispondono perfettamente all’ordine naturale e logico delle idee e del pensiero.

Nel 18° e 19° secolo i grammatici affermarono l’identità assoluta della lingua con lo spirito del popolo che parla.

Whorf pone la preminenza della lingua sul pensiero, e di conseguenza sulla cultura.

Secondo questa ipotesi, il mondo esterno non è altro che caos senza l’intervento del sistema linguistico.

Questo infatti organizza l’esperienza di un gruppo, ne modella le idee e ne guida l’attività mentale.

In effetti l’idea secondo cui la forma della lingua e le abitudini linguistiche hanno una certa influenza sul tipo di interpretazione del mondo esterno, è rafforzata dall’opera dell’antropologo Goody che mostra che la scrittura costituisce un fattore di costrizione sulla nostra maniera di pensare e di agire.

L’opera del sociologo americano Bernstein mette in evidenza il ruolo importante che giocano le varie forme d’uso della lingua nelle differenze cognitive tra le diverse classi sociali.

Il rapporto dell’antropologia con la linguistica si è manifestato anche in un altro campo particolarmente privilegiato: quello del modello strutturale che l’antropologia ha preso in prestito dalla linguistica.

Per la linguistica tradizionale, le lingue sono tutte trasformazioni naturali, per eredità di una medesima lingua, conosciuta o no.

Un tale principio genetico si riferisce ad una tradizione etnocentrica che faceva dell’antico testamento il libro sacro primordiale e l’origine di tutto.

Sul piano del metodo la vecchia grammatica ata si caratterizzava per il tentativo di cercare di spiegare le forme contemporanee delle lingue a partire da un principio di evoluzione e da influenze esterne al sistema della lingua. Le nozioni erano legate ad una lingua originaria o ad un modello di lingua primaria ed elementare.

La lingua è una disposizione sistemica di elementi in modo tale che ogni cambiamento al livello di un elemento trascina con sé un cambiamento nell’intero sistema.

Levi- Strass considera la famiglia con un insieme di operazioni destinate a garantire un certo tipo di comunicazione fra gli individui e i gruppi.



Galleria di foto e immagini per: antropologia


imagine cu antropologiaimagine cu antropologia immagini antropologiaimmagini/poza antropologia





Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta