ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

ARTE PALEOCRISTIANA

ARTE PALEOCRISTIANA


Scrivere la parola
Seleziona una categoria

ARTE PALEOCRISTIANA

L’ arte paleocristiana venne influenzata da elementi barbarici. Questo periodo non è ricco di testimonianze artistice. Agli inizi l’ arte PC non differisce molto da quella Romana: sono i romani che si convertono, ma le opere assumono significati diversi rispetto a prima. E’ un arte simbolica. Le catacombe erano delle gallerie tufacee per mantenere i morti. Nelle catacombe si svolgevano anche i riti religiosi. Erano spesso affrescate: gli affreschi fanno riferimento alla cultura romana ma hanno un significato cristiano. La scultura palocristiana (sarcofago Giunio Basso): storie tratte dal Vangelo e dalla Bibbia: narrazione non continua, ma piccoli episodi. La ura umana è ancora molto plastica, caratterizzata dal panneggio negli abiti ( caratteristiche tarda romanità )


Il quadriportico deriverebbe dall’ atrio della casa latina.

Transetto: martiria: sepolti i martiri sopra altari per renderli + visibili

<- colonne (prima senza copertura, poi per esigenza coperto)



 <- altare


Realizzati battisteri circolari o ottagonali, prespicenti alla basilica principale (solo una per città aveva il battistero)


LOTTA X ICONOCLASTIA

Leone III vescovo di costantinopoli  = no culto immagini, quindi rappresenzationi fitomorfe e zoomorfe.

GLI ORIENTALI ARRIVANO A ROMA

E diffusero il loro linguaggio che rimane sino al 1400. Ravenna = influenza bizantina ( x’ conquistata da giustiniano). Mausolei: in un primo periodo continuano a essere costruiti

Mausoleo di santa costanza:

Mosaici con cristo, apostoli scene di vendemmia. Ingresso a tenaglia poi sostituito. Volta a botte nel deambulacro, a spicchi nella parte centrale). L’ idea centrica viene ripresa e letta cristianamente: venire avvolti dalla totalità della presenza di dio. Cupola = monolite. Spazialità romana = lettura univoca.


Ravenna: architetti bizantini che influenzarono molto s. vitale e s. pollina

Basilica Ravennate diversa perché: senza quadriportico (solo nartece), la chiesa non ha transetto ( colonne sino all’ abside ), abside interamente semicircolare, fuori metà decagono. Viene introdotto un tronco di piramide tra capitello e architrave: pulvino. Chiesa paleocristiana: coperta da capriata le finestre della navata centrale contribuivano a illuminare i mosaici. Pastiforia potevano non esserci. L’ architettura di Ravenna risente dell’ influenza Bizantina nella imetria

S. Sofia: spazialità bizantina , lettura dello spazio non univoca, poiché dipende dall’ ingreso. Mosaico Romano à Bizantino: perdita riferimenti spaziali e tridimensionali, ure vengono sempre meno fino a quando l’uomo viene rappresentato da una linea.



Pittura Bizantina: assenza di riferimenti spaziali, perdita costante riferimenti realistici (pochi colori che si caricano di significati simbolici), passaggio graduale.

Mosaico del Buon Pastore: immersione nell’ oro ( No colore, superficie che riflette luce => divinità luce), la plasticità viene meno: alcune parti perdono volume.

Mosaico Sante Vergini: vestito bianco: candore, purezza; sentiero verde = speranza. Cielo oro, chiaroscuro nel volto. Sguardo verso un punto fisso (altare).

Teodora e Giustiniano ( chiesa s. vitale): portano doni per la chiesa. Vestito imperatore decorazioni costantinopoli. Significato: l’ autorità dell’ imperatore è riconosciuta da dio, arte sfruttata a fini politici. ure risolte per linee, unico riferimento spaziale, fontana = acqua = purezza. Chi passava li vedeva.

Chiesa S. Vitale: bizantina, imetria ricord chiesa Costantinopoli S. Giorgio e Bacco: no spaziocentrico: imetria centrica, ma lettura spaziale diversa a seconda dell’ entrata. Spazialità Bizantina. Pastoforia in esedra = contrafforti: niente volta a spicchi. Grandi finestre: mosaici con oro che riflette luce = molta luce = la maggior parte viene convogliata sull’ altare x’ Cristo. Esterno molto semplice = mattoni

Mausoleo Teodorico: costruzione in pietra con copertura monolite ( 14 m diametro). Idea tomba grande re: struttura centrica tipicamente romana: decagono con copertura cilindrica + monolite (buchi per le corde, quindi lo hanno issato coon corde = cantieristica romana non persa, hanno fatto poggiare prima la cupola su collina artificiale)



Galleria di foto e immagini per: paleocristiana


imagine cu paleocristianaimagine cu paleocristiana immagini paleocristianaimmagini/poza paleocristiana





Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta