ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

CARRIERE



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

CARRIERE


è  TITOLI DI CAVALIERI E SENATORI permette di riconoscere il rango indipendentemente dalle cariche che ricoprono:


SENATORI dal II dC (indip. Da cursus) --> VC vir clarissimi


PREEFECTUS URBIS (urbaniciani): massima carica a cui poteva aspirare un senatore; sorvegliano l’ordine pubblico della città; stanziati nei Castra Pretoria – militavano 20 anni


CAVALIERI è una carriera più complessa



Aug. Destinò l’ordine equestre alla partecipazione al governo

Il cursus si ariva con le prime 3 MILIZIE EQUESTRI:

CLAUDIO (forse già da aug)attua una riforma delle carriere militari:

PRAEFECTIS COHORTIS (prefettura di corte): corti sono costituite da ausiliari cioè truppe composte da provinciali privi di cittadinanza romana

TRIBUNUS MILITUM (tribunato angusticlavio di legione): è l’inizio della carriera senatoria, alle dipendenze del comandante senatorio

PRAEFECTUS ALAE: ala è un corpo costituito da ausiliari (=non cittadini romani), è uno squadrone di valleria che secondo la logica della tattica militare è il più importante

ufficiali

burocratici

altissimi prefetti

Dopo aver svolto queste cariche potevano accedere alle PROCURATELE FINANZIARE e GOVERNARE PROV PROCURATORIE

VE vir egregi (procuratori)

VP vir perfectissimi (prefetti d’Egitto, d’Annona, dei vigili)

VEM vir eminentissimo (prefetti del pretorio)  


Procuratele equestri: Aug – 23/ Domiziano – 64/ Triano – 84/ Adriano – 104


Un ulteriore titolatura per indicare la progressione di carriera è la titolatura basata sullo stipendio, percepita dai CAVALIERI ( il senato non era retribuito), viene indicata con un numerale

LX = 60.000 sesterzi l’anno: SEXAGENARIO   

C = 100.000 sesterzi l’anno: CENTENARIO

CC = 200.000 sesterzi l’anno: DUCENARIO

CCC = 300.000 sesterzi l’anno: TRECENARIO (introdotto da Marco Aurelio, solo per l’A RATIONIBUS cura uff. finanziari)


Solo per ordine dell’Imp. venivano ammessi in senato: AD LECTO --> AD LECTUS IN AMPLISSIMUS ORDINEM:

INTER QUAESTORIOS: chi è uscito dalla questura

INTER TRIBUNICIO: chi aspira alla pretura

INTER PRAETORIOS: chi aspira al consolato

INTER CONSULARES: ammessi al senato senza aver ricoperto cariche: favoriti dell’Imp.


è          PREFETTURE:

PRAEFECTUS CLASSIS: comandante di flotte imperiali --> Miseno (più importante perchè era  aguardia del Tirreno) e Ravenna

PRAEFECTUS ALEXANDRAE ET AEGYPTI: in origine era al vertice della carriera. Il prefetto riceveva l’imperium proconsolare, a lui erano i comandanti delle legioni stanziate in provincia

PRAEFECTUS PRETORIO (pretoriani): comando di guardia imperiale – militavano 17-l8 anni

PRAFECTUS ANNONAE: aveva la responsabilità di far giungere a rm i rifornimenti

PRAEFECTUS VIGILUM: addetti alla vigilanza notturna e al servizio antincendio (rm costruita in legno fino ad Aug)




III sec dC --> Riforma di Gallieno: escluse i senatori dai comandi militari e dall’esercito in conseguenza alle pressioni barbariche, che richiedevano abilità militare.

Inoltre creò VEXILLATIONES comandate da DUX o PRAEPOSITUS VEXILLATIONIS, che avevano compiti strategici: venivano poste a guardia dei nodi stradali

Con Diocleziano i poteri militari affidati ai cavalieri e staccati da quelli civili


a)   IMPIEGATI PUBBLICI: sono retribuiti dallo stato

PLEBEI: di nascita libera – rango basso

LIBERTI: dall’età imperiale gli ex schiavi possono lavorare negli uffici dell’impero. In età Repubblicana esistevano funzionari al servizio dei senatrori

APPARITORES: sono persone che devono ubbidire ai loro superiori

PRAECO: è l’araldo banditore –faceva parte del corteo dei servitori delle persone importanti, era colui che proclamava il passaggio dell’imperatore

VIATOR: messo, colui al quale il magistrato affida il sms per recapitarlo. In questa categoria ci sono quelli addetti alla cattura delle persone arrestate – i VIATORES TRIBUNICI sono i tribuni della plebe che eseguivano lo IUS COERCITIONES, potevano fare arrestare chiunque.

LICTOR: portava sulle spalle i fasci vittori, legati al quale vi erano le scuri, sono al servizio solo dei magistrati, forniti di imperium (pretori e consoli), il console aveva 12 LICTORES al su servizio

SCRIBA: è un plebeo spesso promosso a rango equestre, una volta assolta questa funzione, ottiene importanza. È un segretario personale, ovvero una persona alfabetizzata che manda avanti le pratiche d’ufficio. Quelli più importanti sono quelli dei questori = SCRIBA QUESTORI --> sono importanti perchè tengono sotto controllo le finanze dello stato (ma i questori stanno in carica solo un anno!!)

SCHIAVI/LIBERTI MPERIALI: hanno una pluralità di mansioni specifiche, e nonostante gli schiavi fossero esclusi dalle cariche statali, trovano collocazione all’interno della burocrazia imperiale. In età imperiale occupano manzioni d’ufficio (schiavi-più basse; liberti-più alte). Nel II sec. i liberti sono declassati a funzioni di aiuto, mentre gli schiavi continuano a svolgere funzioni di base



























PREFETTURA DELL’ANNONA


- 14 dC: Costantino lo affida ai senatori – fino a questa data era dei    cavalieri

- Doveva provvedere al controllo e al regolare afflusso di olio e grano

- Gestiva anche i fondi della cassa del FICUS FRUMENTARIUS

- Aveva il compito di stabilire appalti per la fornitura ed il trasporto di         derrate curando rapporti con commercianti (MERCATOR – NEGOTIATOR) e con proprietari di navi onorarie (NAVICULARIUS)

- Le grandi navi onorarie approdavano nel porto di Pozzuoli, fino a    che Claudio e poi Traiano costruirono il porto di Ostia, qui si instaurò un ufficio annonario urbano, affidato al PROCURATOR ANNONAE OSTIENSIS, che all’inizio era un liberto imperiale poi Traiano lo affidò a un cavaliere

- Il prefetto disponeva di un apparato amministrativo composto da:

*          uffici distaccati di Ostia e Pozzuoli

*          STATIO ANONARIA uffici urbani posti:

# vicino Tevere



# Marmorata

#Foro Boario

*          Nel suo ufficio vi erano:

# ADIUTUR

# SUBPRAEFECTUS

# DISPENSATORES: per gestione del fisco frumentario

# TABULARIUS: addetti al controllo di merce in arrivo

Il controllo delle merci entranti fatta dai tabulari è testimoniata dai segni tracciati con una matita nera grassa, posti sulle anfore olearie.

Queste iscrizione compaiono insieme ai TITULI PICTI riguardanti:

peso di un contenitore – titolo a

peso dell’olio – titolo g

nome dei commercianti – titolo b

controllo per esportazione – titolo d












PREFETTO DEL PRETORIO (PRETORIANI)


Nasce nel 2 aC: Aug lo affida ai cavalieri

Hanno il compito di garantire la sicurezza dell’imp. e il comando della guardia imperiale

III sec. acquista potere civile, può scegliere l’imperatore

IV sec con lo spostamento di sede imperiale la prefettura del pretorio venne sostituita dalle prefetture regionali.

Da questo periodo accedono anche i senatori

Costantino affidò questa carica ai suoi famigliari, dopo di questa potevano accedere al senato --> divenne importante come la prefettura urbana, e fu poco meno importante del senato: tutte e 3 le cariche godevano del titolo di VIR ILLUSTRIS

Comanda 9 corti (ognuna di 500 soldati scelti dalle legioni). Ogni corte era comandata da 6 centurioni e da un TRIBUNUS COHORTIS, scelto tra i PRIMIPIRALES = centurioni della I leg. Della I corte legionaria

Comanda anche gli EQUITES SINGULARES = guardia scelta a cavallo dell’imp. reclutati dagli AUXILIA: le truppe coscritte tra gli stranieri (peregrini). La loro caserma era posta a S. Giovanni in Laterano, sotto la Basilica. Si hanno le prime notizie con Traiano, le ultime con Costantino (100 – 312 dC)- militano 25 anni       Prima il loro compito era svolto dai CORPORIS CUSTODES o GERMANI o BATAVI, i quali furono sciolti da Galba per non aver salvato Nerone. Scelti tra persone che non sapevano il latino perchè non dovevano essere corrotti Istituiti da Traiano. Erano sottoposti ad un tribuno e organizzati in TURMAE alle dipendenze di decurioni. Avevano 2 caserme: CASTRA PRIORA (v. Tasso) e CASTRA NOVA. Avevano un loro sepolcreto situato sulla Via Labicana (Casilina) nella località chiamata Ad Duas Lauros; le stele hanno tipologia comune: su timpano --> defunto steso su kline, in scena di banchetto con uno schiavetto vicino.

Il corpo dei custedes fu sciolto da Costantino perchè questi avevano parteggiato per Massenzio. Quindi Caserma e sepolcreto distrutti da Costantino per edificarvi la Basilica del Salvatore ed il Mausoleo dedicato alla madre Elena, a Tor Pignattara.

Con la riforma di Settimio Severo. Pretoriani sciolti e ricostituiti con il doppio dei soldati delle legioni di confine. Installò ad Albano la LEGIONE II PARTICA

Cohorti pretorie: sciolte da Costantino perchè durante la battaglia di Ponte Milvio (312) si schierarono con Massenzio








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta