ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

CUBISMO

CUBISMO
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

CUBISMO


Movimento artistico di avanguardia nato a Parigi. Prese nome dal dipinto di Picasso del 1907, Les Demoiselles D’ Avignon, la cui ispirazione deriva da quella catalana , da quella africana e dalla pittura di Cèzanne. La nascita vera e propria del cubismo si ha però con l’incontro, avvenuto qualche mese dopo, tra Picasso e Braque con il conseguente inizio di una loro stretta collaborazione, durata fino al 1914. Le immagini dipinte da Picasso e Braque, soprattutto nature morte, scompongono l’oggetto e lo spazio circostante attraverso la sovrapposizione e la giustapposizione di più vedute dell’ oggetto: G.Braque, violino e brocca.

Nel cubismo lo spazio viene considerato inesistente, le sole dimensioni certe sono altezza e larghezza, che ritraducono nella verticale e nell’orizzontale. La struttura di un dipinto è formata da altezza e larghezza; di conseguenza la volumetria degli oggetti viene ridotta e smontata a forme piane; non c’è più distinzione fra spazio e oggetti. La terza dimensione viene risolta con linee oblique , indicative della profondità e con linee curve, indicative dei volumi. Il dipinto da luogo a una nuova realtà senza ricercare un preciso riferimento nel mondo reale. Il fruitore deve poter riconoscere la forma in generale,  non l’oggetto in particolare; il colore, quindi, non ha più il compito di rappresentare. Infatti , viene spesso mescolato a sabbia, per essere più solido, e viene steso come intonaco, senza pennellate dal tocco raffinato. La superficie pittorica si arricchisce di ritagli di carta, di pezzi di stoffa o di legno, incollati e accostati tra loro: nasce così la tecnica del Collage. Gli esponenti più significativi sono: G. Braque, Pablo Picasso, Gris, Duchamp.



Disgregatosi il gruppo cubista allo scoppio della guerra, il movimento costituisce comunque un  fondamentale punto di riferimento per numerosi fenomeni artistici europei.


PICASSO PABLO RUIZ

Pittore, scultore, e incisore snolo. La vicenda artistica di Picasso svoltasi oltre mezzo secolo fa, si può identificare in gran parte con quella dell’ arte moderna per la molteplicità dell’ esperienze da lui maturate, per il suo vastissimo lavoro di rielaborazione della cultura antica e contemporanea, per la ricchezza dei contributi e delle indicazioni di ricerca offerti alla cultura artistica in ogni campo.

Trasse i primi insegnamenti dal padre, professore di disegno. Nel 1897 frequentò l’ accademia di Madrid e compì il suo primo viaggio a Parigi. Allontanatosi dalla Sna comincia quel periodo che fu definito “Periodo Blu” protrattosi fino al 1904: egli ricorse all’uso di una contenuta monocromia azzurra che ben si adattava alle sue dolorose e malinconiche immagini. Le opere di questo momento si distinguono, oltre che peri colori lividi e freddi, anche per il disegno più sobrio e sicura e per la semplificazione delle forme. Nel 1903 Picasso lavorò a Barcellona. Nella primavera del 1904 l’ artista lasciò la Sna per trasferirsi definitivamente a Parigi; qui rinsaldò vecchie amicizie e ne fece delle nuove. Il mondo del circo fu tema ricorrente per la maggior parte delle opere di quegli anni: giocolieri, acrobati e arlecchini sono un po’ i fantasmi delle sue immagini pittoriche “azzurre” e di quelle successive realizzate con quel morbido color incarnato che caratterizzò il fazio “Periodo Rosa”. Le opere successive concludono il “periodo rosa” e recano le prime avvisaglie della ricerca cubista. Nel 1907, l’artista realizzò il famoso dipinto Le demoiselles d’Avignon , opera decisiva per le future sorti dello svolgimento dell’arte moderna. Con Braque, Picasso ricercò la soluzione al problema della terza dimensione, e le tappe di questa ricerca sono segnate nella resa volumetrica dei geometrici e sfaccettati paesaggi eseguiti da Picasso. Dopo una mostra cubista in Germania, Picasso tenne la sua prima personale negli Stati Uniti. Molto sensibile alle vicende storiche del suo tempo realizza, nel periodo della guerra civile snola un’opera dedicata alla strage di Guernica. L’opera è un grido di orrore, attraverso la ripetizione ossessiva di brandelli di uomini e di animali. Un’implacabile lampada si pone in alto al centro e sottolinea la forte tensione di quel momento. Manca del tutto il colore come a evidenziare la mancanza di vita.



Dopo la Seconda Guerra Mondiale Picasso, partecipa a tre grandi congressi mondiali per la pace e crea la famosa Colomba della Pace.

Picasso è stato considerato il più grande artista del secolo.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta