ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

Canestra di frutta - Caravaggio

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Canestra di frutta - Caravaggio

https://www.daquinosite.eu/Giorgio2/images/cestino%20caravaggio(48x63)%20med.gif


Dimensioni: cm 47x62

Dipinto realizzato tra il 1597 e il 1598 su commissione del Cardinal Del Monte, per farne dono al Cardinal Federico Borromeo. E’ conservato alla pinacoteca ambrosiana.

Sfondo giallo, luminoso e dà gioia. La frutta è il simbolo del dono della vita.

La mela è bacata, i fichi sono avvizziti, le foglie rattrappite e questo fanno mutare il sentimento di gioia che si vedeva nello sfondo.

C’è inquietudine perché le cose meravigliose sappiamo che poi muoiono, marciscono.

Caravaggio, in questo periodo, è nella bottega del Cavalier D’Arano, specializzato in natura morta (ciò che vedo, lo rappresento).

In quest’opera c’è una costruzione curata; dal punto di vista compositivo tutto è perfetto e quindi c’è teatralità. In quest’opera però vi è anche crudo realismo: inevitabilità della decadenza e della morte.

Il gioco con la prospettiva è presente nella sporgenza della canestra dal piano, c’è tridimensionalità illusoria.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta