ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

EUGÈNE DELACROIX (1798 – 1863)



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

EUGÈNE DELACROIX (1798 – 1863)


Nasce il 25 Aprile dal marchese di Talleyrand. Delacroix fu allievo di Narcisse Guerin, nello studio del quale conobbe Gericault.

L’artista si staccò presto dal neoclassicismo: la sua arte, infatti, incarna la malinconia, l’avversione per l’accademismo, il riferimento a fatti della storia medioevale e della storia antica. I suoi modelli furono Michelangelo e Tiziano. Tuttavia il suo modo di dipingere fece un salto qualitativo dopo che egli ebbe visto le opere di Constable.

Il soggiorno in Marocco, apò il suo esotismo romantico e gli fece scoprire la luminosità dei cieli nordafricani e i colori accesi: da pittore che faceva uso di colori terrosi e scuri, con l’osservazione dei fenomeni della luce, divenne un pittore colorista.

Nella sua pratica pittorica ci sono già le linee di ricerca che apriranno all’Impressionismo, e, infatti, i grandi pittori impressionisti proveranno un’immensa ammirazione per Delacroix.

Il disegno è immediato, nervoso e fortemente espressivo, essenziale: la matita, ora tenuta leggera, opra premuta, a creare contrasti chiaroscurali. Il tratteggio obliquo stabilisce i mezzi toni.

Tutta giocata su ciò è la litografia che rappresenta Macbeth e le streghe. Una maggior dolcezza e un uso di colori caldi, sovrapposti al disegno a matita si coglie ne La moglie di Abraham Benchimol e una delle sue lie, eseguito in Marocco.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta