ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

Galeata (museo)

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Galeata (museo)


Siamo nel museo di Galeata, la città che fu erede dell’antica Mevaniola, che si trova a circa un miglio di distanza verso Sud. A Nord invece si trova il palazzo di camna di Teodorico. Sopra Galeata, ad Ovest sorge tuttora l’abbazia di S. Ellero

L’abbazia ebbe grande importanza non solo spirituale, ma grazie alla sua posizione anche economica, commerciale e militare.

Essa costituì una parte focale per il dominio di Romagna durante le sottili controversie tra Ravenna e Roma e poi tra papato, arcivescovile, ed impero fino a divenire nel XV sec. nullius diocesis, cioè diocesi indipendente, che non appartiene a nessuna giurisdizione. I pellegrini ma soprattutto i mercanti la avevano fatta un centro importante nelle vie dei traffici commerciali. I castelli a lei collegati avevano sviluppato la difesa della valle. Gli abati di S. Ellero erano diventati così abati guerrieri. Proprio dall’abbazia provengono gli elementi plastici esposti nella sala A, nelle scale e al 1° piano del museo di Galeata, dove troviamo due pregevoli pezzi a carattere decorativo tolti appositamente dalla facciata. Accanto a questi sono collocati due capitelli preromanici della chiesa di S. Pietro di Galeata, cui appartengono anche due colonnine, in parte frammentaria, ora situate nel lato destro del cortile.

Questa cultura si evolve dalle lastre incise agli intrecci in rilievo ed a più complesse iconografie, fino a giungere ad espressioni monastiche e ad elementi con ure umane chiaramente presupponenti il chiostro. Tale evoluzione è testimonianza anche nell’attiguo cortile.

L’episodio artistico più alto è costituito dalla lastra con S. Ellero e Teodorico dove si cristallizza il momento più importante della Leggenda di questo luogo

Q







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta