ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

Gianlorenzo Bernini, La Fontana dei Fiumi

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Gianlorenzo Bernini


Gianlorenzo Bernini è nato a Napoli nel 1598 e morto a Roma nel1680. Fu un artista poliedrico (architetto, pittore, scultore e scenografo). Nacque a Napoli e poi si trasferì a Roma con la famiglia. Visse per sempre a Roma, solo una volta si recò all’estero in Francia, nella corte di Luigi XIV

La sua educazione artistica iniziò con il padre scultore, poi continuò, studiando i grandi artisti del rinascimento.

Per Bernini, l’antico era una regola da seguire contro le insidie dell’imperfezione della natura, cioè il punto di partenza per realizzare la bellezza ideale.

Le commissioni iniziarono con la famiglia Borghese, con il David e l’Apollo e Dafne. Poi la sua ascesa continua, quando arrivano le prime richieste dal papato, con Urbano VIII. La prima opera più prestigiosa fu il Baldacchino di San Pietro nel 1624. Aiutato dal giovane collaboratore Francesco Borromini.

Nel 1629 fu nominato architetto di San Pietro lavorando cosi per 50 anni alla Basilica. Dopo la morte di Urbano VIII, successe Innocenzo X della famiglia Pamphili. Questo papa non era propenso a continuare la politica protezionistica degli artisti del suo predecessore, ma, si manifestò a favore di Francesco Borromini. A Bernini gli commissionò la Fontana dei Fiumi (1648-l651) a Piazza Navona.



Realizzò l’Estasi di Santa Teresa che si trova nella chiesa di Santa Maria della Vittoria. Poi ci fu un nuovo papa Alessandro VII (1655-l667) che riprese in mano la politica protezionistica degli artisti e diede la piena responsabilità a Bernini sui lavori di San Pietro.

Per la famiglia Pamphili progettò anche Palazzo Montecitorio nel 1650, che fu poi portato a termine da Fontana.

Costruì anche la chiesa di Sant’Andrea al Quirinale nel 1658-l661 e si occupò di perfezionare il progetto di Piazza San Pietro e di portarlo a termine anche se poi fu modificato tra il 1936-l950.











La Fontana dei Fiumi


Si trova a Roma ed è stata creata da Bernini, con la collaborazione di altri architetti nel periodo dal 1648 a 1651. Questa fontana si trova a Piazza Navona di fronte alla chiesa di Sant’Agnese in Agone di Borromini. È stato il pontefice Innocenzo X a commissionargli l’opera dopo aver visto il bozzetto in terracotta preparato dal Bernini. Era gia previsto che lo scultore per questa fontana doveva essere Borromini, ma grazie a quel bozzetto Bernini, riuscì a conquistare la magnanimità del papa, fin da allora per lui poco favorevole.



La struttura della fontana si trova sul posto originario dell’obelisco egizio, dell’antico circo di Massenzio, questo era un modo analogo per fondere la storia con la natura. In basso a quest’obelisco si appoggia una scogliera naturale (la terra), aperta in basso da delle grotte, sulle quali siedono 4 ure giganti che simboleggiano i fiumi dei 4 continenti allora conosciuti. Nella parte bassa della scogliera, Bernini riproduce la fauna e la flora dei 4 continenti: sono l’Europa con il Danubio, l’Asia con il Gange, l’America con il Rio della Plata e l’Africa con il Nilo. Tutto ciò è sopra una vasca ellittica che rappresenta il mare e i fiumi sono quelli che lo alimentano. Al vertice della fontana c’è una colomba di bronzo, che è sia il simbolo della chiesa, che il simbolo della famiglia Pamphili. Ovviamente questo rappresenta anche la metafora dalla grazia divina che esiste in tutto il mondo.

La tradizione romana vuole che la statua del Rio della Plata, alza un braccio per il timore di un crollo della Chiesa di Borromini, che si trova di fronte, mentre la statua del Nilo ha il volto coperto in direzione della chiesa per non guardare Sant’Agnese. In realtà quest’ultimo gesto ha un significato: all’epoca era sconosciuto il luogo dove vi era la sorgente del Nilo. Si è sempre saputo della competitività tra Bernini e Borromini, tutto è stato sempre ingigantito dei biografi, perché non c’è la nessuna relazione tra la chiesa e la fontana. Questo perchè la fontana fu completata prima che Borromini iniziasse la chiesa (1653-57).






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta