ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

Gustave Courbert (1819-1877)



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Gustave Courbert (1819-l877)

Lo spaccapietre, 1849→ rappresenta un manovale che frantuma dei sassi per ricavarne di più piccoli. L’artista indaga nella realtà: ecco allora le toppe sulle maniche, il panciotto strappato sotto l’ascella, i calzini bucati. A sx, sotto ad un cespuglio, ci sono pentola e del pane (il suo pranzo). Il paesaggio è essenziale e povero.

L’atelier del pittore, 1855→ al centro c’è l’artista stesso che rappresenta un paesaggio realistico e anticonvenzionale. Intorno ci sono una trentina di personaggi; a sx ci sono ubriaconi, saltimbanchi, balordi; a dx, con sembianze di suoi amici, ci sono le allegorie di amore, filosofia e letteratura; accanto a lui c’è la Verità, nuda, che osserva l’opera. Di fronte c’è un bimbetto con i vestiti rotti che guarda il dipinto incuriosito. La morale del quadro è che la verità oltre ad essere nuda, è anche semplice ed innocente.




Le signorine sulla riva della Senna, 1857→ in questo quadro Courbert non rappresenta personaggi mitologici e la scena è situata in mondo reale. Le due ragazze sdraiate sono vestite secondo la moda del tempo. Nei loro volti un po’ volgari, si vede la loro storia: sono due amiche andate a fare una passeggiata. L’artista le ha ritratte come di sorpresa, in posizione goffe e sgraziate: una assopita e l’altra immersa nei propri pensieri. Per questo dipinto sono stati preparati molti bozzetti preparativi.









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta