ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

LA SACRA FAMIGLIA

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LA SACRA FAMIGLIA


Sempre a Firenze, Michelangelo dipinse intorno al 1504 l’unica tavola finita che di lui conosciamo, La Sacra Famiglia, ispirandosi anche un po’ allo stile di Leonardo e di Raffaello nelle loro Madonne, ovvero lo stile piramidale centrale.                                                  In primo piano, infatti, possiamo notare che Michelangelo ha raggruppato, saldandoli in un solo blocco, i componenti della Sacra Famiglia: Maria, Giuseppe e il piccolo Gesù. Al di là del muretto, alle spalle di Giuseppe, emerge, sulla destra, la ura di San Giovannino dietro il quale, disposti a semicerchio su un rilievo roccioso stanno dei giovani nudi. A Michelangelo interessa poco il paesaggio. Ciò che gli preme, infatti, è la rafurazione del corpo umano: è l’uomo al centro della sua attenzione e delle sue riflessioni. La scena familiare segue un andamento elicoidale, d’avviamento verso l’altro, mentre i giovani nudi accennano, invece a dei movimenti orientati in senso orizzontale. Le ginocchia di Maria in primo piano e il blocco compatto e spinto indietro del lio e dello sposo conurano una superficie emisferica. Una seconda emisfera è accennata in profondità dagli ignudi. Complessivamente, il dipinto suggerisce uno spazio pittorico perfettamente sferico contenuto entro la cornice circolare.

La sacra famiglia rappresenta il mondo cristiano, i nudi al contrario quello ano e San Giovannino costituisce l’elemento di mediazione fra l’uno e l’altro, essendo colui che è chiamato a preparare la strada alla predicazione del Cristo.                                                I colori sono vivaci e cangianti, i corpi sono trattati in maniera scultorea, chiaroscurati e spiccati dal fondo della tavola tramite una linea di contorno netta e decisa, il contrario di quello che veniva fatto nei dipinti di Leonardo, che frantumava e sfumava il contorno, qui invece i corpi sembrano quasi aggettanti verso l’osservatore. D’altra parte Michelangelo pensava che la migliore pittura fosse quella che maggiormente si avvicinava alla scultura, ovvero quella che possedeva un maggiore senso di plasticità possibile.

La Sacra Famiglia


Firenze

Galleria degli Uffizi

 











Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta