ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia dell arte

Postimpressionismo

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Postimpressionismo

come dare consistenza alla fugacità dell’impressione?

Nascita del puntillismo.

Seurat  e Signac.

Il + noto esponente del puntillismo, applica sistematicamente il metodo dell’accostamento del colore sulla tela e dei complementari, per far avvenire la fusione nella retina. Ai colori forma di punti. (una domenica pome. All’isola della grande jatte) 2 anni; tema impressionista, immobilizza tutto, immergendoli in una sorta di silenzio inumano; immagini prive di volume, carica ironica che ridicolizza i borghesi(culo in fuori); tutto calcolato: colori,disposizione ure, ombre, composizione divisa in due zone uguali.

Signac: + vicino ai simbolisti , la linea dominante oriz. Calma; vert. Asc. Gioia; disc. Tristezza.

Gauguin

Influenzato del clima dei poeti simbolisti, culmina in lui quella corrente culturale che trae origine dall’illuminismo rousseauiano. Attua l’evasione dalla società, a 35 anni decide di abbandonare la vita borghese, e di dedicarsi alla pittura. Si reca a Copenaghen, in Bretagna, si sposta sempre + lontano panama martinica tahiti. Gaugin dipinge apprendendo da solo il mestiere.

Intraprende la sua vera strada quando si reca in Bretagna.

Il Cristo Giallo: tutto è semplificato e sintetizzato, tela dominata dalla presenza incombente in primo piano della croce lignea marrone con l’uomo giallo. Gialli i prati e i monti, con macchie rosse degli alberi, davanti tre contadine bretoni vestite di blu.



. E l’oro dei corpi: un frammento di un discorso colto casualmente al quale ciascuno può dare un antecedente  pur accentuando la bellezza languida dei corpi femminili dai colori caldi meridionali, il ritmo del disegno è visibile nella disposizione sinuosa della donna di sinistra e nel modo in cui l’una si inserisce armonicamente accanto all’altra.

Da dove veniamo? . Dove andiamo?: una vasta composizione che assume la forma orizzontale del fregio arcaico, quasi a voler conferire loro maggior solennità con il riferimento ad antiche sculture stilizzate ed idealizzate.

Van Gogh

Autodidatta,inventa una tecnica personale; spirito inquieto stenta a trovare la sua strada..

La velocità = l’urgenza interiore di esprimersi in assoluta libertà obbedendo al sentimento + che alla ragione. Tende a proiettare nella realtà se stesso e quindi a trasformarla o a trasurarla secondo i propri sentimenti; usa la linea non come mezzo descrittivo ma con funzione espressiva e trasforma volutamente il colore reale per renderlo suggestivo; il suo modo di vedere non è mai oggettivo: a lui interessa il significato umano di ciò che rappresenta così come lo sente.

I mangiatori di patate: opera che meglio rappresenta la viva partecipazione del pittore a questo umile mondo;in una povera stanza  rischiarata da una lampada a petrolio appesa al basso soffitto, alcuni contadini consumano il pasto serale servendosi da un unico piatto di patate mentre una di loro sta versando il caffè. La luce che viene dall’alto e colpendo soltanto alcune parti provoca contrasti chiaroscurali e accentua la caratterizzazione dei volti, mani nodose, abiti, con una deformazione che significa fatica fisica; colori bruni; forme sintetizzate.



Autoritratto: l’andamento tondeggiante della testa è ripreso e moltiplicato da una sorta di aureola costituita da cerchi concentrici di strisce azzurre punteggiate di marrone mentre in basso analoghe strisce assumono una diversa direzione adeguata alla forma della giacca e + in alto grigie con riflessi di altri colori indicano la struttura della calotta e della tesa del cappello di feltro; tutto x portare attenzione sul viso fatto da pennellate che dal centro vanno verso l’esterno.

Camera da letto: trasforma la piccola stanza, della quale vorrebbe aver reso il senso di assoluto riposo in un ambiente mosso e traballante che esprime piuttosto angoscia per mezzo delle linee prospettiche del pavimento spezzate dalle commettiture trasversali; disegna i mobili con segni scuri,  

senza ombre.

Chiesa di Auvres: linea non retta neanche nelle architetture, questo esprime tensione; la costruzione barcolla angosciamene il movimento si accentua per la divergenza delle stradicciole e delle molteplici pennellate che le striano continuamente e il colore assume un ruolo primario colmo di significato.

Campo con volo di corvi: fatto 20 giorni prima di morire; formato inusuale genera una straordinaria ampiezza visiva accentuata dal perdersi all’orizzonte della vasta distesa di grano e dalla ssa dei tre sentieri l’uno in mezzo alle messi gli altri al di là dei bordi x generare smarrimento. Colori violenti; blu, giallo e rosso; i corvi sono presenze minacciose.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta