ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

Che fare

Scrivere la parola
Seleziona una categoria
Che fare?

Pagine scelte



“ . La libertà è una grande parola, ma sotto la bandiera della libertà dell’industria si sono fatte le guerre più brigantesche, sotto la bandiera della libertà del lavoro i lavoratori sono stati costantemente derubati.

L’impiego che oggi si fa dell’espressione “libertà di critica” implica lo stesso falso sostanziale. Che fosse effettivamente convinto di aver fatto progredire la scienza non rivendicherebbe per le nuove concezioni la libertà di coesistere accanto alle vecchie, ma esigerebbe la sostituzione di queste con quelle. L’odierno strillare: ”viva la libertà di critica” ricorda davvicino la favola della botte vuota.

Piccolo gruppo compatto, noi camminiamo per una strada ripida e difficile tenendoci con forza per mano. Siamo da ogni parte circondati da nemici e dobbiamo quasi sempre marciare sotto il fuoco. Ci siamo uniti, in virtù di una decisione liberamente presa, allo scopo di combattere i nostri nemici e di non sdrucciolare nel vicino pantano, i cui abitanti, fin dal primo momento, ci hanno biasimato per aver costituito un gruppo a parte e preferito la via della lotta alla via della conciliazione. Ed ecco che taluni del nostri si mettono a gridare: “andiamo nel pantano!”. E, se si incomincia a confonderli, ribattono: “Che gente arretrata siete! Non vi vergognate di negarci la libertà d’invitarvi a seguire una via migliore?”. Oh, si, signori, voi siete liberi non soltanto di invitarci, ma di andare voi stessi dove volete, anche nel pantano; del resto pensiamo che il vostro posto è proprio nel pantano e siamo pronti a darvi tutto il nostro aiuto per trasportarvi i vostri penati.

Ma lasciate la nostra mano, non aggrappatevi a noi e non insozzate la grande parola della libertà, perché anche noi siamo “liberi” di andare dove vogliamo, liberi di combattere non solo contro il pantano, ma anche contro coloro che si incamminano verso di esso . ”







“ . Da quando Plekhanov ha scritto l’opuscolo in questione, I compiti dei socialisti nella lotta contro la carestia in Russia, molta acqua è passata sotto i ponti – racconta Martynov -. I socialdemocratici, che per dieci anni hanno diretto la lotta economica della classe operaia . non sono ancora riusciti a dare un largo fondamento teorico alla tattica del partito. Questo problema è ora maturo, e, se volessimo fondare teoricamente la nostra tattica, dovremmo approfondire considerevolmente i principi tattici, già sviluppati da Plekhanov . dovremmo dare della proanda e dell’agitazione una definizione diversa da quella data da Plekhanov. (Martynov ha citato poco prima le parole di Plekhanov” il proandista inculca molte idee ad una sola persona o ad un piccolissimo numero di persone; l’agitatore inculca molte idee ad una massa di persone”) Per proanda intenderemo la spiegazione rivoluzionaria di tutto il regime attuale o di sue manifestazioni parziali, tanto se la forma di questa spiegazione è accessibile solo a qualche persona quanto se essa è accessibile alla grande massa. Per agitazione, nel senso stretto della parola, intenderemo l’appello alle masse per determinate azioni concrete che renderebbero più facile l’intervento rivoluzionario diretto del proletariato nella vita sociale . ”






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta