ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

GLI INCAS

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

GLI INCAS



Gli Incas erano un popolo che aveva costituito un vasto impero sulle Ande.

Questo popolo parlava la lingua quechua e Incas per loro significava re o imperatore.


STORIA

Secondo la loro leggenda il primo imperatore Manco Capac era stato mandato sulla terra dal padre, il Sole, e si era stabilito a nord del lago Titicaca (dove sorge Cuzco), qui per circa 300 anni gli Inca si scontrarono con le tribù vicine i Chanca, i Colla. i Lupaca e altri.

Attorno al 1437 i possedimenti Inca si estendevano per 40 km oltre l’area di Cuzco.

Nel 1493 l’impero comprendeva le terre dell’attuale Colombia meridionale, attraverso gli odierni Ecuador, Perù e Bolivia, fino a Cile e Argentina: 300 km in longitudine e 3000 in latitudine, con oltre 10 milioni di sudditi.

Nel 1527 una guerra civile aveva indebolito fortemente l’impero, che diventò facile preda dei conquistadores snoli giunti sotto il comando di Francisco Pizarro

Di fatto gli Inca non opposero grande resistenza, convinti della natura divina degli invasori, per cui Pizarro poté ottenerne il pieno controllo semplicemente catturando il re Atahualpa: questo offrì una stanza piena d’oro come prezzo del proprio riscatto, ma nonostante ciò nel 1533 venne fatto strangolare.


CULTURA

Gli Incas svilupparono un sistema politico e amministrativo che non ebbe uguali tra le civiltà precolombiane del continente americano. Il sovrano era ritenuto l’incarnazione del dio supremo, il Sole (Inti), ed era signore di ogni cosa. Sotto di lui c’erano i membri della sua famiglia e quelli dell’ aristocrazia militare, gli amministratori imperiali, la piccola nobiltà locale ed infine la grande massa di artigiani e contadini, spesso soggetta a trasferimenti forzati per recidere ogni legame con i luoghi d’origine e ridurre al minimo la possibilità di rivolte organizzate.

I prodotti principali erano patate e mais; i lama erano utilizzati come bestie da soma, mentre gli alpaca venivano addomesticati e allevati principalmente per ricavare la lana. Gli artigiani Inca producevano ceramiche, tessuti, ornamenti di metallo, utensili in bronzo e armi con belle decorazioni.

La civiltà Inca non conobbe né l’uso della scrittura né quello della ruota; per mantenere i contatti tra le diverse parti dell’impero le autorità si affidavano a una fitta rete di strade in pietra.

Nonostante l’arretratezza tecnologica, gli Inca eccellevano nella costruzione di imponenti edifici in pietra: templi, palazzi, fortezze, ponti sospesi di corda, canali d’irrigazione e acquedotti.


RELIGIONE

Gli Inca credevano in tre divinità supreme: uno era il dio-bambino Viracocha (schiuma del mare) creatore e sovrano di tutti gli esseri viventi, del Sole, della Luna e delle stelle; un altro dio era Pachacamac, dio della Luna in tutto simile all’uomo. Il terzo era Inti, il Sole, creatore degli Incas, sposo di Mama Quilla (mamma Luna).






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta