ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

L’INCONSCIO

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

L’INCONSCIO



Introduzione


Il termine inconscio vuole indicare generalmente il complesso dei processi psichici che non giungono alla soglia della coscienza.

Ma prima ancora delle teorizzazioni di Sigmund Freud, l’inconscio era stato scoerto dai romantici tedeschi, che l’avevano definito come zona subliminale d’incontro tra uomo e natura, tra Io e Non-Io. In tal senso l’inconscio aveva una vasta gamma di significati, ma aveva sempre una valenza positiva, perché di fatto era la nuova scoperta che compenetrava spiritualità e natura, che scopriva una nuova dimensione dell’essere. Nasceva così il concetto di Io come sintesi di anima e corpo: cessava la concezione tradizionale della separatezza delle parti costituenti l’uomo.

A un certo punto però tale slancio ottimistico comincia a venir meno e in breve diventa il suo opposto. L’inconscio non è più motivo di fiducia, ma piuttosto di inquietudine e sgomento; esso viene sentito come quel tale “buco dell’anima”, oltre la ragione e la coscienza, attraversato dagli istinti e popolato di orridi mostri.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta