ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

L’INGHILTERRA LIBERALE

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

L’INGHILTERRA LIBERALE

La prosperità britannica Dopo il 48 la G.B. visse un periodo di stabilità politica,sociale  ed economica.Era il centro commerciale e finanziario a cui facevano riferimento tutti gli altri continenti.

L’egemonia liberale nell’Inghilterra vittoriana 1848-66 consolidamento del sist. Parlamentare : sistema in cui il Parlamento era a capo della vita politica nel Governo. Al potere vi era regina Vittoria. La camera dei Lords aveva comunque ancora molti poteri e vi si accedeva x diritto ereditario o per nomina regia. La Camera elettiva (Camera dei Comuni) rappresentava la popolazione.

Gladstone , Disraeli e la riforma elettorale Nel 1865 il capo dei liberali William Gladstone presentò un progetto di legge che prevedeva una estensione limitata del diritto  di voto. Nel 1866 tale progetto causò la caduta del governo liberale e il potere tornò ai conservatori. Questi ultimi con a capo Benjamin Disraeli fecero una riforma elettorale (Reform Act) 1867 che portò all’aumento del corpo elettorale.

Fra il ’66 e l’86 si alternarono al potere il conservatore Disraeli, ideatore di una politica imperialistica con aperture sociali e, il liberale Gladstone, che realizzò nuove riforme (ampliamento del suffragio)e tentò di concedere l’autonomia all’Irlanda.

Questione irlandese e la secessione degli unionisti Alla crisi dell’Irlanda Gladsone rispose presentando in Parlamento un progetto che prevedeva l’autonomia di questa nazione. Questo progetto (Home Rule)provocò un’opposizione del partito liberale e la secessione degli unionisti guidati da Joseph Chamberlain. Nel 1886 il governo tornò in mano ai tories.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta