ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

PRIMA INTERNAZIONALE DEI LAVORATORI

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

PRIMA INTERNAZIONALE DEI LAVORATORI


1864 fondazione Associazione Nazione dei lavoratori



1862 incontro a Londra per l’esposizioneunivesale di delegazione di operai francesi e inglesi per RICERCARE UN LEGAME INTENAZIONALE TRA LAVORATORI


1863 si intensificano i contatti tra le delegazioni di operai

Visti i risultati del ’48-49, solo la collaborazione internazionale poteva aiutare alla collaborazione delle forze di repressione



VARIE CONVINZIONI IDEOLOGICHE :

o      Trade unions con tendenza riformista

o      Marxisti con la lotta di classe

o      Proudhiani con una visione sindacalista-anarchica per una realtà fondata sull’autogestione economica

o      Lassaliani per un riscatto sociale con l’intervento dello stato con una politica a favore dei lavoratori

o      Mazziniana con un radicalismo democratico

o      Anarchia con la negazione di qualsiasi autorità


MARX per l’indirizzo inaugurale:

Successo in Ingh con l’introduzione dell’orario di lavoro di massimo 10 ore

Importanza del lavoro cooperativo

INTENAZZIONALIZZARE LA LOTTA DI CLASSE:la classe operaia possiede un elemento di successo,il numero è necessario unirli e guidarli con coscienza.


Concetto espresso nel Manifesto del partito comunista

↓ ne conseguono

Reazioni di chi non si riconosceva in questa teoria,tra cui Mazzini che si ritira per il suo rifiuto per il materialismo ateo e la lotta di classe


Prima di raggiungere l’egemonia Marx affrontò due grandi dibattiti:


66-69 con i PROUDHONIANI

Ai quali criticava di avere una società industrializzata e una visione arretrata rispetto ad essa,e con l’affermazione del capitalismo con i monopoli non bastava piu’ il socialismo anarchico ma occorreva una lotta di classe tra proletariato e borghesia,con il proletariato sostenuto nel sociale dai sindacati con scioperi e nel campo politico sostenuti da partiti operai.


68-72 con BAKUNIN



Marx

Bakunin

Il rapporto economico genera disuguaglianza sociale

La disuguaglianza è causata dallo stato tiranno

Dopo l’abbattitura della borghesia da prima una dittatura del proletariato e poi una società senza classi

Abbatitura della borghesia e subito dopo una società libera e anarchica

Proletariato organizzato come soggetto rivoluzionario

Diseredati,sottoproletari e braccianti come soggetto rivoluzionario

Proletariato che agisce in un unico partito politico opposto a tutti glia altri

Necessità di un’azione diretta degli oppressi senza politica poiché autoritaria



Nel 1872 venne inserito nello statuto della prima Internazionale che movimento economico e politico sono legati tra loro nella lotta operaia


Venne espulso Bakunin provocando una grave lacerazione interna e portando all’epilogo.


Nel 1873 ci fu una grande depressione che mise in crisi la classe operaia. I dirigenti  si resero conto dell’inadeguatezza dell’organizzazione rispetto al nuovo contesto internazionale.

LA PRIMA INTERNAZIONALE ERA DIVENTATA STRUMENTO INUTILE PER LA CLASSE OPERAIA


NEL 1876 VENNE SCIOLTA






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta