ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

Riforma Luterana

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Riforma Luterana:

fenomeno che segna la divisione religiosa della civiltà d’occidente.

Cattolici da protestanti scisma già avvenuto (scisma d’oriente nel 1054 dove la chiesa d’oriente, greca si era staccata da quella latina, d’occidente.

XI sec Costantinopoli (capitale dell’impero romano d’oriente) fini al 1453 caduta di Costantinopoli.



Riforma luterana: scissione all’interno dell’impero romano d’occidente (non c’è una data d’inizio). prob. 1517 pubblicazione delle 95 tesi di Lutero.

Dopo queste pubblicazioni, la civiltà cristiana rimane divisa in tre parti ortodossi – cattolici – protestanti. (Vedi carta pg. 203)

Ecumenismo movimento che auspica la ricostruzione dell’unità dei cristiani (concilio del Vaticano II); Ecumene terre di parte.

In questo momento sono ancora divisi, anche se c’è stato un lieve avvicinamento e questo grazie all’ecumenismo.

Viene eletto il papa ecumenico Martino V durante il concilio di Costanza (1414/18). Si decise di dare importanza al concilio sulla base del conciliarismo perché ritenuto fondamentale per la chiesa, anche sopra il papa.

Il concilio doveva riportare la chiesa alle sue origini, contrastando i fenomeni di mondanizzazione. Il concilio viene quindi rievocato a Basilea nel 1431 al 1443 – il papa voleva riottenere il potere opponendosi al conciliarismo, affermando una concezione del governo della chiesa di tipo monarchico.

Il papa riesce a riaffermare il proprio potere e il concilio entra in crisi. Per questo il papa Eugenio IV sposta il concilio prima a Ferrara, poi a Firenze (1439), comunque in Italia in modo da controllarlo meglio.

Una parte del concilio però resta a Basilea ed elegge un antipapa: Felice V sembra ripristinarsi la situazione di uno scisma, ma non accade perché Felice V non ha l’appoggio, neanche d’alcuni sovrani europei.

Questo perché si crea una sorta di alleanza tra il papa e i monarchi, perché entrambi hanno interesse a contrastare il concezione collegiale del potere (concilio).

Il conciliarismo entrò in crisi e nel 1449 il papa abdicò, il concilio di Basilea si sciolse e il papa romano riprese il suo potere monarchico con Nicolò V, successore di Eugenio IV.

il papa Pio II emana la bolla EXECRABILIS con la quale viene condannato il conciliarismo e viene ribadito la pienezza del potere del papa sia in ambito spirituale sia in ambito temporale. La cosa strana è che Pio II al tempo era un conciliarista.

Con lo scioglimento del concilio stava insoddisfatta il problema della risoluzione della mondanizzazione. Era necessaria una riforma.

Mondanizzazione:

Coinvolgimento della chiesa negli atti temporali, ciò implicava l’arricchimento e il perseguimento di obbiettivi temporali e non spirituali.

Nepotismo pratica diffusa nell’alto chiero di fornire i propri parenti nell’elezione di cariche ecclesiastiche.

Simonia compravendita di beni sacri, INDULGENZE, RELIQUIE . , e spesso la stessa persona riceveva più cariche che potevano essere acquistate solo con un permesso (DISPENSA) che avviene ando.

Avviene perciò il fenomeno del CUMULO DEI BENEFICI che favoriva l’arricchimento, ma comportava la trascurazione dei doveri pastorali.

Nicolaismo avevano delle donne, unioni illegittime (concubinaggio).

Da questi fenomeni si deduce che i chierici non avevano profonde intenzioni, quando decidevano di essere chierici.

Il processo sopra citato, riguardava l’alto clero. Basso clero ignoranti e analfabeti.

Questa situazione generò una contrapposizione nei confronti del clero contrapposizione religiosa e a livello sociale.

Nella chiesa tra laici sorge desiderio di conversione spirituale, ritorno della chiesa alle origini evangeliche.

Erasmo da Rotterdam riformatore che era restato fedele alla chiesa di Roma, la sua critica contro la mondanizzazione del clero non ha mai provocato una rottura della chiesa. Esponente dell’umanesimo cristiano, si mantiene obbediente alla chiesa romana (Lutero invece arrivò ad una rottura, anche se non era sua intenzione iniziale). UMANESIMO CRISTIANO movimento che implicava ad un ritorno della chiesa alla purezza del messaggio evangelico, attraverso un recupero filologico dei testi classici (bibbia). Recupero della classicità, gli umanisti volevano recuperare gli ideali classici. Testi classici trovano del messaggio evangelico origine attraverso una critica dei fenomeni di mondanizzazione della chiesa dell’epoca.

Martin Lutero arrivò ad una rottura con la chiesa romana. Disconoscimento dell’attività ecclesiastica. Monaco tedesco agostiniano (S. Agostino) era docente di teologia nell’università di Wittemberg. La sua religiosità era severa visione pessimistica dell’uomo segnato a vita dal peccato uomo incapace di compiere il bene. Dio giudice severo e inflessibile che punisce l’uomo e il suo peccato. Luteo era assillato dal problema della salvezza e della dannazione dell’uomo condusse una vita di mortificazione ad un certo punto Lutero trovò una soluzione grazie alla Bibbia, meditando su un testo di S. Paolo in cui si disse che “il giusto si crea grazie alla fede” soluzione al suo problema di salvezza e dannazione DOTTRINA DELLA GIUSTIFICAZIONE mediante la fede. Lutero sostiene che a salvare l’uomo è la fede, non le opere FEDE vs OPERE l’uomo non può salvarsi da sé, ma è Dio che può salvarlo GRAZIA DIVINA. Grazia salvezza, è un dono gratuito verso l’uomo che deve confidare pienamente in Dio (fede). GIUSTIZIA PASSIVA l’uomo non è in grado di essere giusto, ma l’uomo riceve la giustizia da Dio (L’uomo non può giustificarsi ma può solo essere giustificato). Lut. Dice “SOLA FIDE” principio che riassume questa dottrina ci si salva solo con la fede. Accanto a quest’altro principio “SOLA SCRITTURA” ritiene la Bibbia come l’autorità suprema della vita del cristiano, ciò a cui il cristiano deve obbedire priorità della SCRIPTURA sul MAGISTERO ECCLESIASTICO (insegna,mento della chiesa). Ritiene che ciascun battezzato, credente anche laico, è in grado di accostarsi al testo sacro, di leggere la Bibbia. Traduce la bibbia in tedesco, rendendola accessibile ad un pubblico più ampio. (Wylef inglese e Hus ceco). Svalutò il ruolo di sacerdote rapporto con Dio mediato dal sacerdote. Non è d’accordo voleva un rapporto diretto grazie alla lettura della Bibbia DOTTRINA del SACERDOZIO UNIVERSALE tutti i fedeli sono sacerdoti, ciascuno è sacerdote di se stesso. Contesta le gerarchie tra chierici e Laici. Sacerdozio ≠ ordine, Sacerdozio = ministero. Riconosce solo due sacramenti: Battesimo ed Eucaristia unici che abbiano un chiaro fondamento biblico. Nella Bibbia si trova notizia solo di questi due sacramenti in maniera esplicita. Nega che i sacramenti abbiano una volontà oggettiva e il solo fatto di essere compiuti. Per lui i sacramenti possiedono un valore salvifico solo se accomnati dalla fede. Problema sacramenti ridotti ad un gesto esteriore indipendentemente dall’atteggiamento spirituale. Clero svalutato a salvare è la fede. Sacramenti servono per incrementare la fede, non per salvare. Protestantesimo: non preti ma pastori si possono sposare.

Eventi che portano Lutero alla rottura:

Indulgenze oggetto d simonia vendute dalla chiesa ai fedeli per ottenere la salvezza (i fedeli). Lutero la critica perché la salvezza si ottiene colla fede e non col denaro. Indulgenza generale dal papa Leone X indusse un’indulgenza per avere come scopo quello di raccogliere fondi per la Basilica di S. Pietro. Praticata in ogni diocesi in tutta la cristianità. L’indulgenza è ritenuta necessaria e sufficiente per portare alla salvezza.



Alberto di Hobenzallen uno che si dedicò maggiormente alla vendita delle indulgenze era tedesco. S’impegnò nella vendita delle indulgenze anche perché voleva trarre un guadagno personale voleva acquistare la diocesi di Ma ganza (permetteva di eleggere l’imperatore 3/7 della bolla d’oro).

I chierici abusavano della vendita delle indulgenze perché si tenevano per loro delle ricchezze che dovevano in teoria andare tutte a Roma per la costruzione della basilica.

Lutero scrive le sue celebri 95 tesi dove critica la vendita delle indulgenze e gli abusi. Invia queste tesi al vescovo per sollecitare un dibattito sulle indulgenze si capisce che voleva provocare una rottura. Poi gli eventi precipitarono e lo condussero ad uno scisma. La tradizione vuole che le tesi siano state affisse sulla porta del battistero di Rottenberg e poi iniziarono a circolare e divennero molto diffuse.

Studia pg. 178-l79 i riquadri gialli e blu.

Penitenza atteggiamento di conversione spirituale.

Queste tesi luterane si diffondono suscitando un dibattito e arrivando anche a contesate l’autorità del papa; afferma il primato della scrittura anche sulle autorità papali

bolla EXURGEDOMINE con la quale condanna Lutero come eretico.

Lutero mette in discussione l’autorità ecclesiastica la norma è costituita dalla scrittura e non ciò che dice il clero o il papa (PRIMATO DELLA SCRITTURA)

Nel 1520 il papa condanna Lutero, però alcune città tedesche lo sostengono. S’inizia a diffondere le riforme luterane non solo perché convalidavano le stesse idee, ma anche per motivi politici ed economici.

Motivi politici: Germania vari principati e città libere (particolarismo) anche se il potere è del sacro romano imperatore. Potere monarchico sacro supremo (perché il suo potere era universale). L’imperatore si riteneva tale da avere un potere perchè l’imperatore doveva difendere la cristianità dai suoi nemici interni e per questo voleva ridurre i poteri dei principati locali. I principati tedeschi vedevano in Lutero la soluzione per ridurre invece l’autorità dell’imperatore. Questa alleanza si era venuta a formare per una naturale alleanza già presente ovvero quella tra papa e impero. Contesta il papato contesta l’autorità imperiale, perché l’imperatore era lo strumento del papato per mantenere unita la cristianità. Quindi la riforma luterana era la soluzione che i principati adottano per affermarsi maggiormente in campo politico.

Motivi economici: Lutero negava la separazione tra clero e laici. Non considerava il sacerdozio come un dovere, uno stato di vita, ma lo considerava universale (ogni credente è sacerdote di se stesso) e ciò che contraddistingueva i laici dai chierici era il celibato. Spesso furono cacciati i vescovi e aboliti gli orari religiosi nei paesi dove si sviluppò la riforma luterana. Conseguenze ci si liberava di alcune tasse; la chiesa disponeva di molti beni e cacciare il vescovo voleva dire appropriarsi dei beni ecclesiastici (che non erano pochi).

condanna imperiale nei confronti di Lutero dieta di worms. DIETA: parlamento imperiale della Germania, assemblea rappresentativa dell’impero.

Carlo V casata degli Amburgo s.r.imperatore e anche re di Sna. Convocò questa dieta nel 1521 dove vi erano i rappresentanti della città, nobiltà e clero e alcuni di questi avevano fatto parte della riforma luterana e ottennero un permesso che prevedeva la presenza di Lutero alla dieta per difendere le proprie tesi

Scontro Lutero prima bruciò la bolla papale, poi si presentò a questa dieta. Lutero era contestato dall’imperatore perché non voleva che si creava uno scisma all’interno della cristianità. Lutero si presentò con un SALVACONDOTTO garanzia dell’imperatore che manteneva la propria incolumità grazie ai principi che erano con lui. Lutero si appella alla Bibbia era capace di negare le sue idee se loro dimostravano sulla base della Bibbia che le sue tesi non erano coerenti alla Bibbia questo non avviene viene condannato anche dall’imperatore che emana l’editto di WORMS che ribadisce la condanna papale e lo mette al bando dell’impero (viene considerato un bandito), non era più garantita la sua incolumità e chi gli avesse fatto del male, non avrebbe commesso una pena (anche l’uccisione) era una sorta di condanna all’esilio, ma Lutero ottenne la protezione da uno dei principi tedeschi – Federico di Sassonia -  che lo aveva già appoggiato nella riforma. In questo periodo si dedica all’approfondimento della sua dottrina e alla traduzione della bibbia in tedesco (fondamentale per la letteratura tedesca).

Durante questo periodo di rifugio dalla vita pubblica, la riforma continua a diffondersi in Germania e alcuni suoi sviluppi vanno al di là delle stesse intenzioni di Lutero sorsero dei gruppi di fedeli che si richiamano a Lutero, giungono a posizioni non condivise dallo stesso Lutero vi era maggiore libertà nella riforma e questo portò allo sviluppo delle sue idee in un modo non condiviso.

RIVOLTA CONTADINI TEDESCHI (1524-25 simile alla jaquerie) ispirata alle sue idee. Lutero inizialmente la condivide, ma poi la condannò. La guida di questa rivolta fu assunta poi (inizialmente era libera) da alcuni predicatori di Lutero. Tra tutti THOMAS MŰNTZER stese i 12 articoli dove c’era il suo programma di rivolta “12 articoli di Menninger”.

Muntzer: riuscì a costruire un governo egualitario e comunistico basato sull’uguaglianza e condivisione dei beni.

RIVOLTA DEI PRICIPI TEDESCHI finì in uno scontro nel 1525 tra contadini e principi che vide. Muntzer muore.

Brano . 192

I contadini tedeschi cercavano di tradurre in termini sociali e politici le idee di Lutero. Si ribellano all’aristocrazia e ai signori, rivendicando la loro uguaglianza.

concezione: EGUALITARISMO = riforma luterana: uguaglianza di tutti i fedeli dinnanzi a Dio senza distinzioni tra Clero e laicato.

Per i contadini: uguaglianza in ambito mondano temporale.

I signori feudali vogliono estendere le proprie proprietà sulle proprietà contadine –open field- e i contadini si oppongono.

DIRITTO CONSUETUDINARIO i contadini si appellano alla consuetudine, la quale crea un diritto che i contadini vogliono far rispettare ai signori.

La Bibbia per Lutero è la norma suprema. Quale Lutero non individua i criteri che vanno contro la bibbia

Brano . 193

Antropologia Di Lutero:

Uomo spirituale interiore Libero ≠ Uomo carnale esteriore (uomo carnale soggetto all’autorità imperiale)

I contadini vogliono realizzare nelle terre il regno dei cieli dove spirituale = carnale.

Lutero non è d’accordo perché il regno di Dio non si può realizzare sulla terra perché la terra è malvagia e per questo esiste un potere politico (giustificato dal fatto che gli uomini sono malvagi).

Passo Paolino, Passo del Vangelo di Luca.

La guerra dei Principi

Confessa Agustino: sintesi della teologia Luterana.

Lutero ritiene necessario definire l’ortodossia protestante per evitare che sorgano dei movimenti.

Dieta di Spira  a partire da questa viene introdotto il termine protestantesimo. L’imperatore Carlo V cerca di ricomporre la frattura che si era creata. Anzitutto secondo una via, cercando di risolverla con un dialogo attraverso le diverse tra il cattolicesimo e il protestantesimo, Una di queste occasioni è la dieta di Spira i principi cattolici, quelli fedeli alla chiesa d Roma, ribadiscono alla validità dell’editto di Worms, che con questo Carlo V aveva messo al bando Lutero, lo aveva condannato, i principi protestano questa decisione (si erano convertiti al Luteranesimo). Da qui s’incominciò a parlare di protestantesimo (da protesta).



I principi cattolici, rimasti a Roma ribadiscono la dieta di Worms. I principi che aderiscono alla riforma, andarono contro Carlo V, quindi furono definiti protestanti non abbandonano i propri valori la chiesa cristiana non li ammette.

Carlo V cerca di agire su questo piano diplomatico, favorendo il dialogo tra le due parti, questa via fallisce quindi tenta anche la via militare, cerca di piegare con la forza i principi Luterani.

Si formano due leghe nobiliari, due alleanze militari: alleanze dei principi cattolici Vs principi luterani.

Lega Cattolica e Lega di Smacalda.

Carlo V entrambi i tentativi (dialogo e militare) Falliscono e il luteranesimo si afferma, perché la lega di Smacalda. Riesce a resistere all’offensiva della lega Cattolica. Questo porta un'altra Dieta.

Dieta di Augusta, Pace di Augusta compromesso fra cattolici e protestanti. Prevedeva la fine degli scontri, la divisione tra cattolici e protestanti definitivamente. Infatti, si afferma questo principio sulle basi del quale avviene la pace di augusta: CUIUS REGIO EIUS RELIGIO la religione di colui del quale è la regione. La pace di Augusta riconosce la libertà religiosa per i principi tedeschi. Dà a ciascun principio la facoltà di scegliere quale religione seguire e ciascun suddito (do ogni principe)doveva rispettare e seguire la scelta del principe. Il principe sceglieva la religione da adottare al proprio territorio. Chi era luterano ed era in un territorio cattolico, doveva spostarsi se non voleva convertirsi.

Aree meridionali prevalentemente cattoliche            Aree settentrionali prev. Protestanti.

Tentativo di Carlo V di riunificare la Germania religiosa fallì

Carlo V, ABDICAZIONE perché fallisce nel mantenere unità la cristianità. Distribuisce il potere tra i suoi parenti: al lio va la corona di Sna, al fratello la corona imperiale. Carlo V si ritira e va in un monastero in Sna.

Anabattisti

Il luteranesimo si diffonde anche al di fuori della Germania, in particolare al nord.

ANABATTISTI corrente radicale del luteranesimo che nasce in svizzera. Radicalizza (portare all’estremo) alcune idee di Lutero.

ANABATTISTI = RIBATTEZZATORI perché ripetevano il battesimo in età adulta

Radicalizza la dottrina luterana dai sacramenti e la considera maniera diverso rispetto alla chiesa romana.

Lutero nega che sia il sacramento in se stesso a salvare perché deve essere accomnato dalla fede (Dottrina GIUSTIFICAZIONE mediante la fede).

Battesimo da adulti -> si è consapevoli e si può aderire con la fede.

Battesimo: segno di elezione divina, segno di appartenenza alla comunità degli eletti da Dio, santi, predicatori della salvezza.

Anabattisti: costituirono delle comunità ridotte che richiedevano una fedeltà rigorosa al Vangelo. Praticavano la povertà (pauperisti), la comunione dei beni (comunista egualitaria), rifiutano qualsiasi tipo di autorità (sia religiosa sia civile) e di violenza, erano contro alla separazione tra chierici e laici.

Sostenevano la DOTTRINA DELL’ILLUMINAZIONE: i fedeli ricevessero un’illuminazione diretta da parte dello Spirito Santo, ritenevano che ciascuno potesse profetizzare, si sentivano portavoce di Dio, negavano il Monopolio ecclesiastico della rivelazione divina, ritenendo che Dio si rivelasse anche attraverso dei  semplici laici illuminandoli direttamente.

Ritenevano che la rivelazione divina non si fosse esaurito né nell’autorità ecclesiastica, né nella Bibbia. Rispetto alla Bibbia affermavano il primato dell’illuminazione.

Praticavano la fratellanza, il comunismo dei beni, ritenendo imminente la fine del mondo: Concezione del Millennio, ritenevano imminente il ritorno di Dio sulla terra, il GIUDIZIO UNIVERSALE. Per far sì che questo accada, bisognava avere un’osservanza particolare della fede.

Un gruppo di Anabattisti riuscì a costituire un governo ispirato a questi principi, ci riuscirono in un comune tedesco tra il 1534-35 dove cacciarono le autorità civili e il vescovo. In questo caso, venendo meno al principio di non violenza, istituirono un governo egualitario e comunistico.

subirono la repressione da parte dei cattolici e Luterani alleati che li ritenevano eretici si coalizzano contro il comune nemico. Volevano istituire già sulla terra il regno di Dio, per anticipare il GIUDIZIO UNIVERSALE.

Calvinismo:

Si diffonde dal 500, corrente che prende il nome dal suo fondatore (Calvino).

Aderì al luteranesimo e lo rielaborò, dando origine ad una confessione religiosa.

Dovette fuggire perché Luterano e quindi perseguitato andò in svizzera.

Scrive un’opera (istituzione della religione cristiana) dove radicalizza alcune idee di Lutero giustificazione mediante la fede, primato della scrittura, sacramenti Calvino le condivide e le radicalizza.

Elabora una dottrina della PREDESTINAZIONE Dio ha originato qualcuno predestinandolo alla salvezza o alla dannazione. Decide se condannare o salvare l’individuo che è inconsapevole dell’interdetto divino.

Chiesa invisibile ≠ Chiesa visibile.

Chiesa visibile: terrena, storica, è la comunità dei credenti e di coloro che aderiscono al calvinismo è possibile determinare chi vi appartenga confessione fede, retto comportamento e aderenza ai sacramenti.

Chiesa invisibile: Comunità spirituale sovrastorica, comunità dei predestinati alla salvezza eterna, comunione dei santi non è un’istituzione, non è possibile sapere i membri anche colui che non è membro della chiesa visibile, può essere membro della chiesa invisibile e viceversa.

L’appartenenza alla chiesa visibile è un indizio chi appartiene alla chiesa visibile, molto probabilmente (ma non certamente) appartiene anche alla chiesa invisibile se ci si comporta bene, significa che c’è l’azione di Dio le opere non sono causa della salvezza, ma effetto e segno della salvezza.

È Dio che agisce sull’individuo rendendolo capace.

Il comportamento umano è una sorta di risposta alla locazione divina. I comportamenti non portano certamente a cosa si è destinati, perché così l’uomo non avrebbe più bisogno di Dio le opere sono una sorta di conferma.

Max Weber: lui notò che il calvinismo, si sviluppò soprattutto nei paesi dove fu precoce lo sviluppo capitalistico. Capitalismo = calvinismo.

Beruf = lavoro, vocazione il lavoro = missione che Dio affida all’uomo, è uno strumento di santificazione e glorificazione.

Ginevra: era all’interno del ducato di Savoia. I calvinisti scacciano il rappresentante e il vescovo del duca e istituiscono un governo dove il potere civile concorda col potere religioso (GOVERNO TEOCRATICO). Governo ispirato alle idee di Calvino, si diffonde in altri paesi come la Francia. Sono costretti a emigrare a Ginevra (centro del calvinismo). La stessa intolleranza praticata dai cristiani è praticata dai Calvinisti a Ginevra perché furono perseguitati siccome erano protestanti.

Anglicanesimo:

Prima metà del 500, In Inghilterra avviene uno scisma, la chiesa inglese si separa da quella di Roma. Questo accade nel corso del regno di Enrico VIII Tudor (1509–1547).  Nonostante questo distaccamento, si mantengono la struttura e la dottrina.



STRUTTURA: come la chiesa cattolica GERARCHIA EPISCOPALE ( vescovile). È fondata sulla separazione tra laici e chierici e al vertice ci sono i vescovi.

DIFFERENZE: il capo non è il papa ma il re d’Inghilterra. In questo periodo viene introdotta la lingua volgare e il latino comincia a decadere (analogia con Lutero e Calvino). La nomina dei vescovi dipende dal re, NAZIONALIZZAZIONE passaggio di proprietà (in questo caso beni ecclesiastici) allo stato.

Lo scisma è il risultato di una rivalità tradizionale tra monarchia inglese e papato (cerca si sottrarre il potere papale). A livello giudiziario, la monarchia inglese cerca di imporli alla giurisdizione dei tribunali regi, a livello fiscale, impone il fisco anche sui chierici.

La motivazione principale dello scisma è soprattutto politica. Enrico VIII divorzia dalla moglie Caterina d’Aragona (si innamora di Anna Bolena e la sposerà, e cambierà nome in Elisabetta I), il che non viene accettato dal papato, ma viene accettato dal parlamento inglese. 1534 il parlamento emana l’atto si supremazia che riconosce la supremazia del sovrano inglese.

Nel corso del regno di Edoardo VI (1547-l553) si diffonde anche il Calvinismo.

Dopo Edoardo VI, diventerò regina Maria Tudor (lia di Caterina ed Enrico) dal 1553 al 1558. lei cerca di restaurare  il cattolicesimo anche con la violenza, perseguitando tutti i protestanti. (viene denominata Maria La sanguinaria).

Successivamente diventa regina Elisabetta I che restaura l’anglicanesimo, perseguita i cattolici (Papisti cattolici inglesi che seguivano il papa) e i calvinisti più radicali (detti Puritani si contrapponevano ad una struttura gerarchica ed episcopale).

La chiesa cattolica reagisce con una CONTRORIFORMA: si oppone alla riforma protestante, condanna il protestantesimo e afferma l‘ortodossia cattolica (appoggia tutti gli elementi contestati dal protestantesimo).

La riforma cattolica:

Viene attuata una riforma cattolica, è un processo di rinnovamento interno (spirituale) alla chiesa cattolica.

Ci si rende conto che il protestantesimo si è diffuso perché ha risposto a quella esigenza di riforma che era rimasta insoddisfatta, e che la chiesa cattolica non è stato in grado di attuare a causa di alcuni problemi (mondanizzazione . ). La chiesa cattolica attua un RINNOVAMENTO INTERNO cercando di contrastare la mondanizzazione si affermano vari tipi di religione. Cercando di ritornare al messaggio evangelico viene rafforzata la struttura gerarchica della chiesa con a capo il papa.

Fondazione di NUOVI ORDINI RELIGIOSI: manifestazione tipica per esprimere l’impegno della chiesa in questa riforma. La chiesa si impegna a: formazione del clero (spesso erano rozzi), assistenza ai poveri (APOSTOLATO), nella missione (opera di evangelizzazione delle masse). Ordini: CAPPUCCI ramo della famiglia francescana che sottolineava l’esigenza di povertà si ispira al PAUPERISMO, opposto della mondanizzazione. GESUITI (comnia di Gesù) riconosciuti ufficialmente dal papa Paolo III nel 1570, forma di religiosità severa, erano caratterizzati da una scuola  per la formazione culturale e formazione spirituale.

GESUITI: fondati da S. Ignazio di Loyon, era un membro della piccola nobiltà snola che scrive ESERCIZI SPIRITUALI permettevano un itinerario di purificazione spirituale. I gesuiti operavano in due ambiti: MISSIONARIO ed EDUCATIVO (aprono una serie di scuole dedicandosi all’istruzione religiosa e culturale dei chierici e dei laici). C’era una struttura gerarchica quasi di tipo militare (superiore capo supremo), stretto legame di obbedienza con il papato, attuarono la riforma e la controriforma.

CONGREGAZIONE DEL SANT’UFFIZIO (o tribunale dell’inquisizione): è un tribunale ecclesiastico, letteralmente significa indagine, ricerca, aveva come compito quello di combattere l’eresia dopo averla individuata. INQUIRENTE: colui che compie indagini. 1542 il tribunale dell’inquisizione viene riorganizzato e la sua azione viene dirotta verso i protestanti, individuare e condannare gli eretici. Piano piano questa indagine si allarga condannando anche Ebrei (si riteneva che diffondessero delle epidemie attraverso ungenti), maghi streghe (si riteneva che fossero in contatto con il demonio, streghe unione carnale con il demonio durante le cerimonie demoniache) . spesso queste accuse sorgevano da comportamenti strani, non conformistici (non andare a messa, sottrarsi dai sacramenti . ), questo perché c’era un clima di terrore, si pensava che il demonio fosse ovunque. Il tribunale dell’inquisizione ricorreva alla tortura per favorire la confessione degli imputati di eresia, magia . , la condanna era il rogo, con il tempo ha mantenuto la sua funzione di custode dell’ortodossia, abbandonando gli strumenti di condanna.

Un altro elemento della controriforma fu L’INDICE DEI LIBRI PROIBITI che aveva il compito di censurare tutti i libri ritenuti eretici e non conformi alla dottrina cattolica, controlla tutte le manifestazioni di pensiero e arte.

1545 – 1563: convocato il CONCILIO DI TRENTO da Paolo III. Era un concilio ecumenico, riforma e controriforma trovavano espressione in questo concilio (riunione dei vescovi rappresentanti della cristianità), il suo scopo era quello di riunificare i cattolici con i protestanti. La convocazione del concilio venne più volte sollecitata dall’imperatore per risolvere il problema della cristianità e riuscire ad affermare la riforma. Fu un concilio anti-protestantesimo esclusivamente cattolico. I protestanti non vollero partecipare al concilio perché temevano fosse la condanna definitiva del protestantesimo. Importante quasi come il Vaticano II, controriformistico con condanna verso il protestantesimo. DECISIONI DOTTRINALI relative alle dottrine più teologiche di natura controriformistica, condanna della riforma protestante. DECISIONI DOTTRINALI relative alla disciplina cioè alla struttura e all’organizzazione della chiesa, sono riformistiche nel senso della riforma cattolica.

Anticonformistici:

condannato il principio di sola scriptura, accanto alla scrittura deve essere considerato anche il magistero della chiesa; il fedele deve obbedire anche alla chiesa. Il cattolicesimo non nega la scrittura, ma dice che deve essere moderata e interpretata dalla chiesa.

Condanna alle traduzioni della bibbia in volgare (Wylef e Lutero), essendo in latino non tutti potevano leggerla e per questo era necessario la mediazione del clero.

CONDANNA AL PRINCIPIO DI SOLA FIDE,giustificazione mediante la fede ma anche mediante le opere, accanto alla fede il cattolicesimo ribadisce il valore salvifico delle opere (pratica delle reliquie Lutero la condanna per il rischio di IDOLATRIA divinizzare ciò che non è divino).

Protestantesimo riservato all’individuo, Cattolicesimo riforme di religiosità, non solo individuali

Viene ribadita L’ESISTENZA DEL PURGATORIO negata da Lutero, riguardo anche alla vendita delle indulgenze.

Ribadiscono la VALIDITA’ SPIRITUALE DELLE INDULGENZE che possono limitare il periodo di residenza in purgatorio.

Ribadita la VALIDITA’ DEI 7 SACRAMENTI e il loro valore salificante

TRANSUSTANZAZIONE: cambiamento di sostanza, nell’Eucarestia il pane e il vino diventano il corpo e il sangue presenza reale, concreta. Lutero limita l’esistenza reale del corpo e del sangue, per Lutero pane e vino diventano corpo e sangue ma mantengono la loro qualità di pane e vino (::::::::::::::).

Ribadita la SUPREMA AUTORITA’ DEL PAPA separazione tra chierici e laici carattere clericale della chiesa c’è un primato dei chierici sui laici.

Aspetti riformistici:

Concilio: effetto di profondo rinnovamento accogliendo le critiche mosse dagli stessi protestanti, riforma della struttura interna della chiesa.

Vietato il cumulo dei benefici ecclesiastici come un tipico esempio di MONDANIZZAZIONE.

OBBLIGO DI RESIDENZA al clero in una sola diocesi (una diocesi per vescovo e 1 seminario per diocesi).

VISITE PASTORALI: il vescovo risiede in una diocesi e ha l’obbligo di visitare gli altri parroci.

FISSATA LA CONVOCAZIONE PERIODICA DI CONCILI all’interno delle varie diocesi per favorire il controllo.

Formazione del clero attraverso i SEMINARI uno per ogni diocesi per evitare l’alfabetizzazione.

il parroco annotava il comportamento di alcuni fedeli temendo l’eresia, e poi riferiva tutto al vescovo. CONTROLLO DELL’ORTODOSSIA DEI FEDELI registri civili.















Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta