ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

Urbanistica e luoghi di interesse - Roma

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Urbanistica e luoghi di interesse - Roma

L'immenso patrimonio monumentale e artistico di Roma ne suggerisce una rassegna essenziale e suddivisa per epoche. Quella antica e paleocristiana ha una spettacolare concentrazione nelle aree archeologiche del Foro romano (templi di Saturno e dei Càstori, archi di Tito e di Settimio Severo, basiliche Giulia e di Massenzio, tutti edifici compresi tra il I secolo a.C. e il IV d.C.) e del Palatino (case di Livia e di Augusto, palazzo dei Flavi, Domus Augustana e Domus Severiana, Stadio Palatino, edificati tra il I secolo a.C. e il III d.C.), negli scavi di Ostia Antica e lungo la via Appia Antica (tomba di Cecilia Metella del I secolo a.C., catacombe di San Callisto del II secolo d.C.), ma annovera poi: le Mura Aureliane (III secolo) con le porte San Paolo e San Sebastiano; il mausoleo di Augusto e l'Ara Pacis, del I secolo a.C.; il Colosseo del I secolo d.C.; le colonne Traiana e di Marco Aurelio, il Pantheon e il Castel Sant'Angelo (già mausoleo di Adriano), del II secolo; le terme di Caracalla, del III secolo; l'arco di Costantino, del IV secolo come il mausoleo di Santa Costanza; le basiliche di Santa Maria Maggiore (rimaneggiata) e di Santa Sabina, del V secolo. La Roma medievale conserva: del XII secolo le basiliche di San Clemente (modificata nel XVIII secolo), Santa Maria in Trastevere e San Lorenzo fuori le Mura; del XIII secolo Santa Maria in Aracoeli e il chiostro di San Giovanni in Laterano; dei secoli XIII e XIV Santa Maria sopra Minerva.



Sono rappresentativi della città rinascimentale e cinquecentesca: il Palazzo Venezia, Santa Maria del Popolo, San Pietro in Montorio con il tempietto di Bramante, il Palazzo della Cancelleria e la Farnesina, eretti nella seconda metà del XV secolo e ai primi del XVI; mentre al pieno Cinquecento, con interventi totali o parziali di Michelangelo, appartengono il Palazzo Farnese, la porta Pia, piazza del Campidoglio, la basilica di Santa Maria degli Angeli e quella di San Pietro in Vaticano; del Vignola è la chiesa del Gesù (costruita fra il 1568 e il 1577).

Alle sei-settecentesche piazze di Sna, Navona, San Pietro (opera quest'ultima del Bernini, che la realizzò fra il 1656 e il 1667), del Quirinale, scenografici spazi della Roma barocca, si aggiungono il Palazzo Barberini, Sant'Ignazio e Sant'Andrea al Quirinale, del XVII secolo, la ricostruita basilica di San Giovanni in Laterano (del Borromini, costruita fra il 1646 e il 1657, ma la cui facciata risale al 1732-l735) e la celebre fontana di Trevi (1732-l762). La città neoclassica si rivela nei parchi di Villa Borghese e del Pincio, e in piazza del Popolo, del primo Ottocento; quella di fine secolo nel Vittoriano (realizzato fra il 1885 e il 1911); quella del Novecento nella stazione Termini (costruita fra il 1938 e il 1950), nel quartiere dell'EUR (realizzato fra il 1938 e il 1960) e nello Stadio Olimpico (eretto fra il 1950 e il 1953, e ridefinito nel 1990).




Va infine ricordata la Roma delle grandi collezioni d'arte: il Museo etrusco di villa Giulia, splendida rassegna di arte etrusca e falisca, ma ricco anche di ceramiche e vasi greci, nonché di reperti di civiltà italiche; il Museo nazionale romano, di carattere archeologico, distribuito nelle tre sedi delle terme di Diocleziano, dell'ex Collegio Massimo e del Palazzo Altemps con la celebre collezione Ludovisi; i Musei modulini, di scultura e pittura, che ebbero origine dalla donazione fatta alla città da Sisto IV nel 1471; i Musei Vaticani, tra le massime raccolte d'arte esistenti, il cui apice è nelle Stanze di Raffaello e nella Cappella Sistina; il Museo e galleria Borghese, che furono definiti la regina delle collezioni private del mondo e vantano opere di Antonello da Messina, Raffaello, Tiziano, Caravaggio, Bernini, Canova; la Galleria Doria Pamphilj, superba pinacoteca il cui primo nucleo fu messo insieme da Innocenzo X nel 1651; la Galleria nazionale d'arte antica, con dipinti dal XII al XVIII secolo, e la Galleria nazionale d'arte moderna, la maggiore d'Italia per la pittura e la scultura del XIX e XX secolo.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta