ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto arte

LE AVANGUARDIE



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LE AVANGUARDIE


Espressioni culturali di vari aspetti


POESIA DEL ‘900:

a)      TENDENZA ALL’ALLEGORIA Le immagini si riferiscono a concetti di importanza politica e sociale

È difficile decifrare le immagini (Montale)

Modo soggettivo per esprimere valori

b)      TENDENZA AL SIMBOLISMO Poesia rivolta all’interiorità




Rifiuto dell’impegno civile e politico

I poeti parlano di sé

ERMETISMO → i poeti parlano del proprio mondo interiore

1904-l925       iniziano le avanguardie

1925-l956      ritorno all’ordine (Fascismo → no libertà d’espressione)

1956-l970      neo-avanguardie (proposta di cose nuove)

1970-in poi      post-moderno


avanguardia = movimento innovativo, rifiuto del passato

movimenti di tipo collettivo

movimenti INTERNAZIONALI e INTERARTISTICI (vari campi dell’arte: pittura, letteratura)

movimenti POLITICIZZATI (condizioni ideologiche chiare)

si oppongono al naturalismo (le cose devono essere osservate in modo soggettivo e non oggettivo) e al decadentismo (l’arte non può essere venduta)


L’ESPRESSIONISMO (1904-l925)


il contrario dell’impressionismo

impatto che ha la realtà sull’artista → colori irreali, volti deformati .

attenzione al particolare che diventa importante (es: Pirandello)

si sviluppa dal punto di vista pittorico in Francia e si espande in Europa

si sviluppa dal punto di vista letterale in Germania

TEMI:

realtà moderna → realtà caotica e disumana, angoscia e dramma dell’umanità a causa della modernità

gli artisti sono uomini comuni → tutti hanno le stesse angosce

STILE:

brevità delle frasi

uso del dialetto e dei gerghi

termini forti → in pittura pennellate forti e volti deformati


DADAISMO (1916-l922)


nasce a Zurigo (Svizzera) dall’incontro di profughi politici

fondatori TRISTAN TZARA, MARCEL DUCHAMP e FRANCIS PICABIA

il termine dadaismo è una parola presa a casa senza significato → ciò perchè: rifiuto del concetto tradizionale di arte (no valori, no messaggi, no ideali di bellezza); non propone niente di nuovo ma si basa sul gioco (giochi di parole senza significato)


SURREALISMO (dal 1919)


fondatore ANDRÈ BRETON → fonda il manifesto del surrealismo nel 1924

si riferisce all’inconscio; l’inconscio viene espresso direttamente; rivalutazione delle cose attraverso l’inconscio

è un arte infantile, arte da sogno, forme di arte dei folli, uso del dettato automatico.


CREPUSCOLARISMO (1903-l911)


non è una vera e propria avanguardia → non formano un gruppo simile alle avanguardie

è un movimento solo italiano (Torino, Roma e Romagna)

vicino alle avanguardie perché:

a)      rifiuto del poeta d’annunzio → rifiuto del superuomo

b)      rifiuto dell’arte tradizionale → non trasmette calori e ideali

c)      arte/vita → usano l’arte come sostituzione della vita

1910 → Borghese forma il termine crepuscolarismo ( colori del crepuscolo = sfumature e tonalità di queste poesie)

prendono spunto da: Pascoli, Poema Paradisiaco di D’Annunzio, simbolisti francesi minori

TEMI:

vita quotidiana

malinconia

presentazione di luoghi,paesaggi,interni tristi e malinconici

descrizione di oggetti quotidiani

rifiuto della vita esaltante



STILE:

semplice e colloquiale

tono lingua parlata nella quotidianità

utilizzo di molti dialetti


SERGIO CORAZZINI

crepuscolare

rifiuto dell’ideale di D’Annunzio

si sente spesso più debole degli altri → è ammalato e si avvicina alla morte

si definisce un “piccolo fanciullo” → debole

arte no strumento di guadagno → l’arte deve essere inutile


GUIDO GOZZANO

crepuscolare

vita e stile diversi da quelli di D’Annunzio

la vita deve essere vissuta o sostituita con l’arte

si sente emarginato dalla vita e sceglie la poesia

personaggi semplici e deboli

LA DESOLAZIONE DEL POVERO POETA SENTIMENTALISTA

rifiuto di sentirsi un poeta

amore per le cose comuni

tensione religiosa

sofferenza fisica

ma superuomo ma fanciullo debole

dolore e sconforto totale

riferimenti religiosi e mistici → silenzio = religione

il desiderio di fanciullezza si contrappone col desiderio di morte

nega di essere poeta →”io non sono altro che un piccolo fanciullo che piange”


FUTURISMO (1909-l925)


si sviluppa in Italia → arte del regime fascista

si sposta in URSS → arte del regime comunista

fondatore FILIPPO TOMMASO MARINETTI → manifesto del futurismo

1909-l912 → definisce le linee essenziale del manifesto e della sua diffusione

futurismo → proanda

serate futuristiche → manifestazioni teatrali che spesso finiscono in risse

finisce perché diventa cultura di regime e perde attenzione perché non è più una cosa rivoluzionaria e antartica

CARATTERISTICHE:

esaltazione dl progresso

rifiuto del passato → incendiano le biblioteche

antifemministi e antiromantici

favorevoli alla guerra “sola igiene del mondo”

movimento aggressivo e violento

movimento interartistico

MANIFESTO TECNICO DELLA LETTERATURA FUTURSTICA

abolizione della sintassi

verbo usato all’infinito

abolire l’aggettivo e l’avverbio

immagine poste vicine in modo irrazionale ( piazza-imbuto, porta-rubinetto)

no punteggiatura

bisogna introdurre : rumore, peso e odore

parole in libertà








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta