ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

La novella e il racconto, La novella d’ambiente e di carattere, La novella d’azione, LA NOVELLA D’ANALISI

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

La novella e il racconto

La novella è una breve narrazione in prosa incentrata su una vicenda semplice e in sé conclusa, ha per protagonisti personaggi quotidiani. Si chiamano novelle le narrazioni di tono + realistico, incentrate sulla beffa, la battuta pronta; e i racconti sono quelli a carattere meditativo che danno poco spazio all’azione. La novella differisce dalla fiaba perché è vera ed è priva di elementi magici, l’azione della novella è collocata in un contesto storico-sociale, anche i luoghi sono descritti cn precisione e concretezza di riferimenti. Si crea quindi una perfetta corrispondenza tra personaggio e contesto. Mentre i personaggi delle fiabe sono generici e tratteggiati schematicamente e risultano significativi solo per il loro ruolo, invece quelli della novella si rivelano più complessi colti e problematici. Non rappresentano il bene o il male ma solo l’ombra e la luce, le virtù e i vizi, aspetti positivi e negativi, anche la fine non è sempre con il lieto fine ma rappresenta la realtà e può essere amara e malinconica.

L’altro genere con cui può essere messa a confronto è il romanzo. Sono entrambi realistici e quotidiani, presentano un particolare interesse per i problemi nei confronti del mondo rappresentato, la novella xò è ml breve, mentre il romanzo è lungo e complesso; quindi il romanzo colloca il personaggio in un’ampia rete di rapporti sociali e psicologici,. Analizza a fondo gli aspetti storici, ambientali, e sociali, mentre la novella punta sulla rapidità e sulla sorpresa. Il confine tra novella e racconto non è sempre netto, infatti, esistono racconti lunghi e complessi e romanzi brevi come la morte a Venezia.



La novella è un genere letterario ml diffuso; è impossibile tracciare le origini, alcuni dicono che sia nata in India, dove dopo si sarebbe diffusa, altri la pensano in modo diverso. È nel medioevo che questo tipo di narrazione si afferma, prima cn novelle in versi di carattere satirico in Francia e poi racconti a carattere didascalico con insegnamenti morali. Al contrario, la novella, ha come unico scopo divertire il lettore. Dopo un periodo di decadenza, 600 700, la novella raggiunge l’apice nell’800, che dopo aver abbandonato la beffa, diventa di tipo meditativo e tende ad analizzare la chiave sociale e psicologica della realtà. Man mano che si arriva al 900 si accentua il gusto x l’introspezione, prevale l’adozione di un punto di vista interno e tecniche in cui l’autore riproduce pensieri ed espressioni del personaggio. Nella novella possiamo individuare 3 filoni principali:

*  novella d’azione, i fatti prevalgono sui personaggi

*  novella di ambiente e di carattere, la vicenda ha funzione di far emergere la fisionomia di un personaggio che riflette un particolare ambiente storico

*  novella d’analisi l’attenzione è rivolta a ciò che succede nell’animo del personaggio.


La novella d’ambiente e di carattere

Se la novella d’azione mette in risalto le azioni, la novella d’ambiente e di carattere mette a fuoco i personaggi e li colloca in un contesto sociale, economico, culturale accuratamente delineato. Essa risulta statica per quanto riguarda lo sviluppo del racconto, ma non relativamente al carattere dei personaggi, che oltre ad essere colto in tutte le sue sfaccettature, nel corso della vicenda può cambiare, maturare ed adeguarsi a nuove realtà. In questi racconti la società sarà dinamica e articolata, nella quale nuovi strati sociali emergono e affermano i loro principi, i loro modelli di vita. Il personaggio quindi viene visto rispetto alla classe a cui appartiene, ciò vuol dire che ogni cosa, ogni atteggiamento ci riporta alla sua classe di appartenenza.

La novella d’ambiente nasce in Italia con gli scrittori del 200 e del 300 e raggiunge l’apice del successo con Boccaccio. Ha grande diffusione nell’800 sia in quella italiana e sia nella letteratura europea e nel 900 viene apprezzata anke da scrittori di tendenza realistica.




La novella d’azione

La novella nasce come racconto di avvenimenti più che come analisi dei personaggi.la novella d’azione è contrassegnata da segmenti narrativi legati da rapporti cronologici, dove l’attenzione del lettore si porta sulla trama piuttosto che sui personaggi e di solito c’è un rapporto diretto di consequenzialità tra un certo tratto di carattere e le azioni compiute.

Per portare avanti la novella possono essere adottate diverse tecniche compositive: la struttura a gradini, a cornice, l’alternazione dei filoni narrativi e il procedimento ad anello.

La struttura a gradini consiste nel costruire un racconto proponendo sempre nuove avventure in sé concluse che hanno x protagonista lo stesso personaggio.

Altre volte accade che il racconto è costituito da una serie di episodi contenuti l’uno sull’altro ed eventi costituiti da protagonisti diversi e ciascuno introduce una nuova storia; questa viene detta a cornice.

Un’altra è quella dell’alterazione delle azioni, il narratore descrive le azioni del personaggio A, poi nel culmine della vicenda interrompe x raccontare le avventure del personaggio B, quindi torna a quello A.

Il procedimento ad anello si ha invece la conclusione della vicenda si ricollega a quella iniziale e fornisce una soluzione all’enigma dato all’inizio dell’azione.



LA NOVELLA D’ANALISI

Questo tipo di novella può essere considerato un prodotto della cultura del 900, fortemente influenzata dalle scoperte della psicologia e della psicanalisi k x la prima volta mettevano a nudo le + sottili sfumature dell’animo umano e scendevano addirittura nella sfera dell’inconscio. L’azione in sé ha poka importanza, viene considerata una via che apre l’accesso alla personalità di colui k agisce. Anche l’ambiente è poko privilegiato, si limita e delinearne solo i tratti essenziali, essendo concentrato su ciò che accade nell’animo del personaggio, spesso sconvolto da avvenimenti esterni apparentemente insignificanti. Perciò la narrazione procede lentamente e in verticale: analizza minuziosamente gli stati d’animo del personaggio, i suoi percorsi mentali, e dedica un’intera ina x descrivere ciò k nella realtà è avvenuto in un tempo brevissimo, e scava sempre + profondamente in lui. I fatti nn sn raccontati da un narratore onnisciente, cm nella novella d’azione e d’ambiente, ma i fatti vengono filtrati attraverso gli okki di qualcuno: dal protagonista o da un narratore testimone (il treno ha fischiato di Pirandello) . per esprimere ciò che accade nell’animo dei personaggi l’autore usa il discorso indiretto libero, il monologo interiore e il flusso di coscienza. Tra gli esponenti di q novella sn i narratori del 900 e ricordiamo Pirandello, Svevo, Joyce.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta