ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

Due centurioni in gara - Cesare

Due centurioni in gara - Cesare


Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Titolo: Due centurioni in gara

Autore: Cesare

Opera: De bello Gallico (5-44)

Testo latino: Erant in ea legione fortissimi viri, centuriones, qui primis ordinibus appropinquarent, Titus Pullo et Lucius Vorenus. Hi perpetuas inter se controversias habebant, quinam anteferretur, omnibusque annis de locis summis simultatibus contendebant. Ex his Pullo, cum acerrime ad munitiones pugnaretur, 'Quid dubitas,' inquit, ' Vorene? aut quem locum tuae probandae virtutis exspectas ? hic dies de nostris controversiis iudicabit.' Haec cum dixisset, procedit extra munitiones quaque pars hostium confertissma est visa irrumpit. Ne Vorenus quidem tum sese vallo continet, sed omnium veritus existi mationem subsequitur. Mediocri spatio relicto Pullo pilum in hostes immittit atque unum ex multitudine procurrentem traicit; quo percusso et exanimato hunc scutis protegunt, in hostem tela universi coniciunt neque dant regrediendi facultatem. Transitur scutum Pulloni et verutum in balteo deitur.

Note grammaticali:

ERANT: imperfetto da sum, es, fui, esse

APPROPINQUARENT: da appropinquo, as, avi, atum, are

EA: nominativo singolare femminile da IS, EA, ID

HABEBANT: da habeo, es, ui, itum, ere

UTER: pronome interrogativo da uter, utra, utrum

ANTEFFERRETUR: da anteferro, fers, tuli, latum, ferre

CONTENDEBANT: da contendo, is, tendi, tentum, ere

PUGNARETUR: da pugno, as, avi, atum, are

INQUIT: da inquam, is, it

EXSPECTAS: da exspecto, as, avi, atum, are

PROBANDAE: da probo, as, avi, atum, are

IUDICABIT: da iudico, as, avi, atum, are

HAEC: nominativo femminile singolare da hic, haec, hoc

INRUMPIT: da irrumpo, is, rumpi, ruptum, ere

NE . QUIDAM: meppure

CONTINET: da contineo, es, tenui, tentum, ere

VERITUS: da vereo, eris, veritus sum, eri (deponente)

SUBSEQUITUR: da subsequor, eris, secutus sum, sequi

RELINCTO: da relinquo, is, liquid, lictum, ere

IMMITTIT: da immitto, is, isi, issum, ere

TRAICIT: da traicio, is, ieci, iectum, iecere

PERCUSSO: da percetio, is, cussi, cussum, ere

PROTEGUNT: da protego, is, texi, tectum, ere




CONICIUNT: da conicio, is, ieci, iectum, ere

DEITUR: da deo, is, fixi, fixum, ere

Traduzione:

C’erano in questa legione fortissimi uomini, i centurioni che si avvicinavano ai primi ordini, Tito Pillone e Lucio Voreno.

Questi avevano tra loro continue controversie su chi dei due dovesse avere la precedenza sull’altro e tutti gli anni gareggiavano per il più alto grado con rivalità.

Tra di loro Pullone, mentre si combatteva aspramente presso le fortificazioni, disse “Perché esiti Voreno? O quale momento aspetti per provare il tuo valore? Questo giorno giudicherà sulle nostre liti”.

Dopo aver detto ciò, procedette fuori dalle fortificazioni ed irruppe là dove la parte dei nemici sembrò serratissima. Neppure Voreno allora si trattenne nella trincea, ma preoccupandosi dell’opinione di tutti, lo seguì immediatamente. Nel piccolo spazio rimasto Pullone scagliò un giavellotto contro i nemici e trafisse uno che avanzava dalla massa.

Essendo questi trafitto e ucciso, i nemici lo protessero con gli scudi, tutti insieme gettarono su di lui i giavellotti e non diedero la possibilità di proseguire.

A Pullone venne trapassato lo scudo e un giavellotto si piantò nel centurione.[i]



[i] Sono presenti dei verbi tradotti al passato ma che nel testo originale si trovano al presente 


Galleria di foto e immagini per: cesare


imagine cu cesareimagine cu cesare immagini cesareimmagini/poza cesare






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta