ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto letteratura

Commento alla poesia “alla sera” di G. Pascoli

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Commento alla poesia “alla sera” di G. Pascoli


Nella poesia Pascoli mette a confronto la violenza del temporale che ha sconvolto la camna durante il giorno con la pace che caratterizza la sera quando ormai il cielo è ritornato sereno si sentono gracidare le rane e stridere le rondini.

Anche la vita del poeta è stata segnata dalla violenza e dalle sventure famigliari, ora però ormai anziano ha ritrovato la serenità come la natura dopo la tempesta.

Pascoli con la memoria torna al tempo felice dell’infanzia il suono delle campane che lo invitano al riposo e alla pace della morte non gli fanno paura perché gli ricordano la voce della madre che lo cullava alla sera.

La poesia mi è piaciuta perché il linguaggio è semplice suggerisce immagini serene e i versi in rima sono molto musicali. Non condivido però l’idea che l’unico periodo bello della vita sia l’infanzia così come sosteneva anche Leopardi.

Certo difficoltà ed esperienze negative possono segnare la personalità ma forse perché sono molto giovane credo che un po’ di ottimismo non guasti.  






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta