ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto letteratura

GUSTAVE FLAUBERT MADAME BOVARY

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

GUSTAVE FLAUBERT,MADAME BOVARY

Casa editrice Arnoldo Mondadori Editore, 1969

Anno edizione:

Genere: romanzo psicologico



Riassunto:

Charles Bovary, ragazzo di camna e scolaro mediocre, riesce con difficoltà a diventare ufficiale sanitario, grado inferiore a quello di medico. Va a vivere a Tostes, e la madre gli fa sposare una brutta vedova, più vecchia di lui, ma ricca.

Imprigionato nella triste vita matrimoniale, Bovary trova qualche distrazione nelle visite ai malati e in particolare presso Monsieur Roualt, uno dei più agiati coltivatori di Rouen, dove conosce e si innamora della lia Emma, ragazza che potrà sposare dopo l'improvvisa morte della moglie.

Charles è innamorato e soddisfatto di Emma che si dimostra una brava donna di casa con abitudini eleganti, mentre lei scopre con disgusto la distanza tra la volgarità del marito e i suoi sogni romantici, e il suo amore per lui si trasforma in qualcosa di insopportabile.

La noia di Emma si aggrava fino alla malattia di nervi e Charles preoccupato decide di andare a vivere a Yonville.

Di questo paese veniamo a conoscerne per prima cosa le persone tra cui Homais, il farmacista e Leon Dupuis, impiegato del notaio del quale Emma s'innamora, ma per evadere dal grande amore l'uomo parte presto per Parigi.

Ma un nuovo corteggiatore si fa avanti, Rodolphe Boulanger, che entra in contatto con Bovary e tenta subito di sedurre Emma e ci riesce poco dopo; infatti, i due durante una passeggiata a cavallo diventano amanti, ma per paura l'uomo si stufa e la lascia. Emma si abbandona a spese eccessive diventando preda di un mercante usuraio, Lheureux.

Convalescente ritenta la via della devozione, ma per poco; infatti, una sera il marito la conduce a teatro a Rouen dove incontra Leon che il giorno dopo diventa il suo secondo amante.

Fingendo di prendere lezioni do pianoforte va tutte le settimane a Rouen; intanto i debiti aumentano e non riuscendo a arli chiede un prestito a Leon, che preoccupato per la sua rispettabilità la lascia. Intanto giunge il sequestro giudiziario ed Emma disperata cerca aiuto presso il notaio e l'esattore di Yonville e anche a Rodolphe, inutilmente. Ruba, quindi, dell'arsenico e si avvelena. Charles non riesce a salvarla e scoperte le sue tresche si chiude in una patetica e silenziosa disperazione che lo conduce presto alla morte.


Personaggi:

PRINCIPALI


EMMA BOVARY: protagonista del romanzo è una giovane donna dai lunghi e lisci capelli neri e dai grigi occhi contornati da folte e lunghe ciglia.

Il suo personaggio durante il corso del romanzo subisce diversi mutamenti, lasciando trasparire in certe situazioni un carattere forte e deciso, mentre in altre si rivela debole e facilmente influenzabile.

Sposando Charles, Emma, sperava di riuscire ad evadere dalla vita di camna che non la faceva sentire realizzata, ma purtroppo arrivata a casa Bovary si ritrova a dover lottare con una grande ansia interiore fatta di domande inapate ed esclamazioni deluse e, non di meno, si sente avvolta in uno stato di noia totale, tanto più detestabile se paragonata alle sue speranze e alla sua voglia di vita mondana; infatti, vorrebbe vivere s Parigi e fare parte dell'alta società', questo placherebbe la sua smania di trovare sempre qualcosa di nuovo, di diverso e di sconosciuto.

Comincia, così, a prendere piede la ribellione interiore di Emma che, avendo visto fallire il tentativo di legare le sue aspirazioni al nome che aveva acquisito, cerca di ridare un senso alla sua vita; ciò non le riesce possibile neanche con la maternità perché incapace di riconoscersi nel ruolo di madre. Così spera di ottenere la tanto cercata felicità abbandonandosi tra le braccia dei suoi amanti, che, il più delle volte, la ingannavano e la usavano per soddisfare i loro capricci personali, senza offrirle l'amore di cui aveva realmente bisogno.

In fine Emma ormai svuotata delle sue illusioni e dal sogno dell'amore romantico, si lascia cadere in uno stato di degradazione interiore che la porterà, poi, al suicidio.






CHARLES BOVARY: è un altro dei personaggi principali del romanzo; inizialmente è descritto come un ragazzo di camna e uno scolaro mediocre con i capelli tagliati netti a frangia sulla fronte e con un'espressione mite, piuttosto impacciata; riesce con difficoltà a diventare ufficiale sanitario, grado inferiore a quello di medico, visto che gli costava una gran fatica stabilire un contatto con la società.

È un uomo molto tranquillo e concreto, ciò è dimostrato dai gesti che compie, dall'abbigliamento e dalle parole; la tendenza ad aderire alla convenzionalità è una delle sue caratteristiche che però lo condanna all'incapacità di conoscersi e alla negazione di se stesso.



Dopo il matrimonio con Emma, Charles, si ritrova in uno stato di sottomissione e di servilismo, ma, al contrario della moglie, si dimostra un padre virtuoso e un marito fedele.

Solo alla fine del romanzo emerge tutta la sua rabbia feroce, nera e disperata e si assiste all'esplosione della sua componente più turbolente, energica e romanzesca, ciò si può ritrovare nella narrazione della progettazione del funerale di Emma e delle stravaganze a lei tanto care.

La morte della moglie da lui tanto amata lo fa cadere in uno stato di depressione e dolore che lo porteranno, poi, ad una triste e silenziosa morte.



SECONDARI


HOMAIS: farmacista di Yonville, ricopre un ruolo importante nel romanzo; è un uomo tranquillo e contento di sé e del suo modo di vivere, ha le idee ben chiare; infatti ha fede nel progresso e crede che sia necessario marciare a passo con i tempi, è inoltre sempre pronto a emettere sentenze nei confronti degli altri ritenendosi sempre dalla parte del giusto. Crede di possedere un grande sapere scientifico.


RODOLPHE BOULANGER: è uno degli amanti di Emma, è un proprietario di camna di temperamento brutale e d'intelligenza fina, amante delle donne.

È un uomo maturo di 34 anni che gode di una rendita considerevole, si veste in modo trasandato e ricercato che rivela un certo anticonformismo e una spiccata originalità.

È intelligente e spregiudicato e agisce su Emma con romanticismo e audacia, per poi, soddisfatte le sue voglie, sbarazzarsene.


LEON DUPUIS: autentico protagonista accanto ad Emma e Charles, impiegato del notaio, è un altro degli amanti della donna. Appare inizialmente come un giovane uomo timido, accattivante e romantico. Leon vede in Emma l'amante di ogni romanzo, l'eroina di ogni dramma riducendola ad una ina bianca su cui poter scrivere i suoi desideri negandone la realtà.




Tempo & Luoghi Il romanzo è ambientato nella Francia dell' 800, la caratteristica principale degli scritti di questo secolo è la prevalenza realistica che ha la funzione di rappresentare le vicende umane in uno spazio e in un tempo ben caratterizzati dal punto di vista storico e sociale, di ciò ne abbiamo un esempio in questo romanzo.

La storia è ambientata in luoghi e tempi ben definiti, inizialmente ci troviamo a Tostes, per poi spostarsi a Yonville, cittadina più aperta e movimentata della precedente, e dove si svolge la maggior parte del romanzo. Rouen è un altro dei luoghi più significativi, dove Emma ritrova a accrescere il rapporto con Leon. Quindi gli ambienti sono descritti come reali e non immaginari e sviluppano la storia della giovinezza di Charles ed Emma fino alla loro morte.


Stile: Flaubert con il suo stile riesce a dare una grande impronta personale al romanzo.

Il romanzo è molto scorrevole e non presenta termini raffinati, ma piuttosto comuni e non difficili. L’aggettivazione è abbastanza ricca e c'è notare che anche se le persone non sono descritte molto, si ha un quadro chiaro di come sia il carattere o i pensieri che in quel momento passano per la testa dei personaggi. Gli elementi delle frasi sono, di solito, ordinati. Inoltre ci sono alcune volte discorsi diretti, forse per far capire meglio l’argomento di cui si sta parlando.

Lo scrittore è sempre attento alla dimensione spaziale e il linguaggio che usa è preciso nel descrivere i vari oggetti e ambienti.                     


Temi trattati: il romanzo è centrato sulle emozioni e sui sentimenti di Emma.



Di umili origini, sperava in una vita migliore diventando moglie di Charles; accetta quindi il compromesso di un matrimonio senza amore, subendo le delusioni che una vita insoddisfacente comporta.

Emma non riesce a sopportare suo marito, di carattere quieto e mite, che predilige una vita tranquilla e calma; mentre lei era appassionata di feste e ricevimenti, di vita mondana a contatto con personalità famose ed importanti. E così Emma, affascinata da questo ambiente così diverso da quello in cui era cresciuta, si allontana sempre più da suo marito; comincia a frequentare un ambiente a Charles sconosciuto ed inizia una relazione.

Il fatto che Emma abbia una amante rispecchia la sua insoddisfazione, la sua continua ricerca di un uomo che possa farle provare emozioni nuove, ricerca un uomo che cancelli le mediocrità della sua vita di donna sposata per interesse. Il suo obbiettivo è quello di entrare in una società di persone benestanti e prestigiose, che le facciano dimenticare la sua vita in camna fatta di lavoro e privazioni. Emma cerca di cambiare vita e decide di scappare assieme al suo amante, ma quest'ultimo le da la grande delusione di rinunciare all'ultimo momento dalla fuga.

Emma inizia così una relazione con un altro uomo che sarà comunque fonte di delusioni. Comincia a colmare le sue insoddisfazioni spendendo enormi quantità di denaro, di gran lungo superiore alle sue possibilità, con l0ovvia conseguenza di indebitarsi. Si rivolge al suo amante per are i debiti, ma questo si rifiuta di aiutarla, deludendola profondamente.

Emma, infatti, capisce di non essere per loro importante come credeva, comprende di non aver mai fatto parte di quel mondo che tanto la affascinava.

Dopo quest'ennesima delusione, Emma ricade nella malattia, si lascia andare, deperisce pian piano.

La sua vita si rivela un fallimento: non è riuscita a sfuggire alla mediocrità che tanto odiava, non è riuscita ad entrare nel mondo che sognava, non ha mai trovato l'amore che sperava.

Quando Charles viene a conoscenza di tutti i debiti, Emma decide di togliersi la vita ed ingerisce del veleno. Finisce così la vita di una donna insoddisfatta che aveva impiegato tutta la sua vita alla ricerca di una condizione migliore.


Commento: la lettura del romanzo mi ha appassionato molto, coinvolgendomi in particolar modo. Durante le varie vicende sono riuscita ad immedesimarmi nei personaggi riuscendo quasi a capire i loro sentimenti e ciò che volevano esprimere.

La lettura non mi ha creato difficoltà essendo il romanzo molto scorrevole e comprensibile, le storie di Emma mi hanno molto interessata.

Questo è sicuramente il genere letterario che preferisco ed è un libro che merita di essere letto.






Vita dell’autore Gustave Flaubert, romanziere francese (Rouen 1821/Croisett 1880).

lio di un medico, chirurgo primario all'ospedale di Rouen, e di una proprietaria terriera di Normandia, compiuti gli studi classici, frequentò a Parigi la facoltà di diritto. Troncò poi questi studi nel 1844 perché sospinto dalla passione per la letteratura e perché era stato colpito da grave malattia nervosa. Aveva intanto pubblicato Memorie d'un fou, ine giovanili ma non certo volgari, e fin dal 1843 aveva posto mano all'Education sentimentale che rimaneggiata e completa vedrà la luce nel 1869. Mortigli il padre e la sorella, Carolina, Flaubert si stabilisce con la madre a Croisett, in una solitaria villa sulle rive della Senna. Qui trascorrerà tutta la vita salvo il periodo trascorso in un viaggio attraverso la Bretagna, nel lungo viaggio in Oriente (dal quale nascerà Salambo) e nei frequenti soggiorni parigini.

Molto amareggiati furono gli ultimi anni dello scrittore: la guerra del '70, con l'umiliazione della Francia e il crollo dell'impero, la morte della madre, il grave dissesto finanziario della nipote, al quale egli pone riparo spogliandosi di tutti i suoi beni, lo rendono Las Jusqu'aux moelles, come egli scriverà nelle sue ultime lettere della Correspondance.

E la morte lo coglierà all'improvviso nella primavera del 1880.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta