ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

L’AMICO RITROVATO - Fred Uhlman



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

L’AMICO RITROVATO


Fred Uhlman


SINTESI. Il romanzo inizia con l’arrivo nella scuola di Hans di un nuovo studente, Konradin, di famiglia nobile, dal quale tutti sembrano affascinati e allo stesso tempo intimoriti, soprattutto Hans stesso, che vorrebbe diventare suo amico. Nel tentativo di attirare la sua attenzione, si rende molto più partecipe alla vita scolastica, suscitando non in lui, ma nei professori, l’interesse ricercato. Konradin esce dalla sua riservatezza, rivolgendogli la parola, solo quando scopre che hanno la stessa passione per le monete antiche. È il primo passo verso un’amicizia che inizia il 15marzo, quando Konradin aspetta Hans dopo la scuola e i due chiacchierano per più d’un’ora. Arrivato a casa Hans sperimenta un’immensa gioia condita però dai primi turbamenti sul rapporto nascente, che potrebbe forse essere ostacolato dalle sue origini ebree. Ma i primi tempi passano senza intoppi, a parte qualche discussione comunque costruttiva, anche sul tema religioso. Un giorno Hans invita Konradin a casa sua e presenta, anche al lettore, i suoi genitori. Le visite si fanno più frequenti ma Hans è preoccupato finché anche Konradin lo invita finalmente a casa sua. Ma quando Hans è da Konradin i suoi genitori non sono mai in casa. Hans è pieno di dubbi che risultano fondati: scopre, dopo una sera all’opera, che la madre di Konradin odia gli ebrei e di conseguenza odia anche lui. I due continuano a frequentarsi, anche se sanno benissimo che, dopo questa rivelazione, le cose tra loro non saranno più le stesse. E i cambiamenti non si fanno attendere neanche nella scuola, dove Hans comincia ad essere molestato in quanto ebreo. La situazione peggiora sempre più così i suoi genitori decidono di mandarlo in America. Prima della partenza riceve una lettera dall’amico Konradin in cui gli comunica il suo rammarico ma anche la sua fede nella persona di Hitler.dopo trent’anni di una nuova vita in America, Hans riceve una richiesta di contributi da parte del suo vecchio liceo tedesco per la costruzione di un monumento in onore dei caduti durante la guerra. Scorrendo la lista trova il nome del suo amico Konradin, giustiziato perché implicato in un complotto contro Hitler. Hans ha ritrovato il suo amico.





COMMENTO. La lettura di questo libro risulta veloce, non solo per la brevità,, ma anche per l’apparente semplicità che nasconde la presenza di temi forti, come il razzismo, il nazismo, l’adolescenza e l’amicizia tra due giovani ragazzi che s’affacciano alla vita. È una storia anche molto commovente nel finale che può sembrare sì banale, ma che comunica soprattutto emozioni reali. È stato bellissimo leggere dell’amicizia dei due, di come Hans è affascinato da Konradin, di ciò di cui discutono e di ciò di cui temono; tante volte mi sono anche rispecchiata nelle parole di Hans circa la religione e quindi l’incredulità nell’esistenza di un essere superiore, e per quanto riguarda la vita e questo nostro cosmo, spaventoso e incommensurabile. E alla fine ho percepito la morte di Konradin per essere andato contro quello a cui inizialmente credeva, sì come una maturazione personale, ma soprattutto come un segno di profonda ed eterna amicizia per Hans, un gesto insomma per far capire all’amico quanto in realtà gli era vicino.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta