ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

ROMANTICISMO - ROMANTICISMO SETTENTRIONALE, ROMANTICISMO MERIDIONALE, CARATTERI FONDAMENTALI DEL ROMANTICISMO, PRINCIPI ESTETICI DEL ROMANTICISMO, CON

ROMANTICISMO - ROMANTICISMO SETTENTRIONALE, ROMANTICISMO MERIDIONALE, CARATTERI FONDAMENTALI DEL ROMANTICISMO, PRINCIPI ESTETICI DEL ROMANTICISMO, CON


Scrivere la parola
Seleziona una categoria

ROMANTICISMO


All’inizio dell’ottocento si comincia a diffondere in Europa un nuovo movimento culturale, il Romanticismo ( una nuova corrente letteraria in opposizione al Classicismo).

Mentre quest’ultimo prendeva come esempio opere del passato latine e greche, e sosteneva l’universalità dell’arte, l’immutabilità della natura e la staticità della letteratura, il romanticismo non si riferiva a nessun schema prestabilito, rendeva la letteratura un’arte libera e la rapportava al presente e al futuro.

In un primo momento, soprattutto in Italia vi furono delle convergenze tra classicisti e romantici che sfociarono nel Neoclassicismo : uno dei più noti esempi è Ugo Foscolo, che a elementi classici contrapponeva elementi tenebrosi tipici del romanticismo. Esso nasceva contro il classicismo accademico, per riscoprire in modo più reale i valori estetici della realtà classica. In pratica si era consapevoli di non poter raggiungere la grazia e la perfezione dei popoli antichi, e si cercava, quindi, di avvicinarsi a quel mondo di quiete evitando le mediazioni del classicismo rinascimentale.




Le convergenze però erano destinate a terminare molto presto, in quanto la contrapposizione tra classicismo e Romanticismo diventava sempre più vasta.


Il termine romantico si usava già in accezione negativa, in Inghilterra per indicare gli aspetti strani e assurdi dei romanzi pastorali e della letteratura cavalleresca medioevale. Ancora nel settecento , “romantic” veniva utilizzato riguardo alle forme narrative che esprimevano irrazionalità.

Solo con Russeau, che utilizzava questo termine per indicare un paesaggio “pittoresque” e le emozioni che suscitava, romantico cominciò ad avere un’accezione positiva per poi avere un’accezione positiva per poi diventare la parola che comprendeva tutte le caratteristiche della forma letteraria.

La diffusione del Romanticismo nel continente europeo non avvenne nello stesso periodo e in modo omogeneo, infatti esso ebbe grandi consensi prima in Germania ( Strum und Drang ), poi in Francia e in Inghilterra per poi approdare, in forma differente, anche in Italia. E’ importante ricordare l’episodio e la data che fece nascere in ciascuna nazione questo movimento letterario : in Germania intorno alla rivista “Atheneum” tra il 1798 e il 1804 scrittori e filosofi formano il gruppo di Yena. In Inghilterra intorno agli stessi anni Wordworth e Coleridge scrivono ballate liriche. In Francia il romanticismo prende il via con la pubblicazione di “De l’Allemagne” di Mme De Stael nel 1823 e dieci anni dopo si costituisce una scuola romantica, quando attorno al cenacolo C. Nodier si riuniscono alcuni importanti scrittori.

In Italia il romanticismo nasce con la risposta all’articolo di Mme De Stael sulla “Biblioteca Italiana” dove la contessa difendeva l’importanza delle traduzioni. In seguito nel 1818, uscì la rivista bimensile “Il Conciliatore”. In ogni caso, già alla fine del settecento vi erano state espressioni definibili preromantiche individuabili in Foscolo, in Ghoethe e nel movimento tedesco Sturm und Drang.

Le origini del romanticismo pur avendo molti punti in comune non erano le stesse in ogni nazione. In  Inghilterra e in Germania infatti il romanticismo si differenziava in maniera sostanziosa da quello meridionale e in particolare italiano.


ROMANTICISMO SETTENTRIONALE

Il classicismo era un fenomeno di importazione.

Paesaggi nordici : tenebrosi, freddi, austeri.

Intreccio mitologia nordica precristiana e medioevale cristiana.

I miti nordici erano stati tramandati oralmente e quindi risultavano, una volta scritti più genuini.


ROMANTICISMO MERIDIONALE

Il romanticismo era un fenomeno importato.

Si discendeva direttamente dai latini : per essere romantici si rinnegavano le origini.

C’era il problema di non poter rivolgersi al mito germanico per poter interpretare lo spirito nazionale perché le tematiche notturne, sepolcrali, medioevali erano in contrasto con la solarità della sensibilità italiana.

Appello al medioevo : spiritualità intensa ma in contrasto con voglia di modernità

Avvicinamento all’Illuminismo, ma condanna esaltazione della ragione.


Il ROMANTICISMO si proponeva come un rinnovamento culturale, estetico, di sensibilità. Riscoperta e rivalutazione delle antiche tradizioni, del patrimonio, di miti e leggende nazionali, e di dati religiosi e culturali che hanno accomnato la formazione delle diverse nazionalità del medioevo. Durante il Romanticismo si avrà una predilezione per l’introspezione psicologica e le dinamiche sentimentali, per caratteri irruenti e passionali, eroici o tormentati


CARATTERI FONDAMENTALI DEL ROMANTICISMO

Rifiuto del patrimonio classico greco-latino e degli ideali di compostezza, di equilibrio tipici del classicismo.



Svolta : profondo mutamento della concezione del mondo e dell’orientamento culturale, filosofico e religioso.

Rivalutazione della religiosità e della spiritualità.

Elaborazione di un’idea di progresso più matura.

Sostituisce al cosmopolitismo e all’universalismo Settecentesco la coscienza della nazionalità, della religione della patria e dell’affermazione della necessità di riscatto dei popoli oppressi.

Concetto della mutevolezza dell’arte nel tempo ( storicità dell’arte), nello spazio ( carattere nazionale dell’arte ) e nella società (letteratura popolare, il popolo che incide con la borghesia ).

Nuovo carattere della poesia : spirituale, tenebrosa, malinconica, introspettiva e sentimentale.

Poesia originale adeguata alla personalità di chi la crea e rispecchia il genio di nazione e individuale.



PRINCIPI ESTETICI DEL ROMANTICISMO

Canone originalità. Poesia adeguata alle esigenze del luogo e del tempo.

genio : individuo di creatività e sensibilità.

Intuizione, ispirazione, entusiasmo, genialità “furor poeticus” sono le fonti della poesia.

Fantasia in polemica con il Razionalismo.

Toni irrazionalistici.

Spontaneità, autenticità.

Forma : disordinata, caotica.

Temi sentimentali. Personaggi con drammi interiori.

Appello alla libertà dell’artista da schemi e modelli.

Ideale di uomo sensibile appassionato con un’esistenza sregolata ma intensa.

Trattazione di argomenti seri senza linguaggio aulico.


CONTRADDIZIONI DEL ROMANTICISMO

Razionale-Irrazionale

Componenti progressive (modernità) - regressive (medioevo) ; Progressiste (egualitarismo, liberalismo, democraticismo ) - reazionarismo.









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta