ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

IRLANDA Ordinamento dello stato

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

IRLANDA Ordinamento dello stato

Dominion britannico dal 1922 al 1937 e stato indipendente nell'ambito del Commonwealth dal 1937 al 1949, l'Irlanda è, in base alla Costituzione del 1937 una Repubblica parlamentare. Capo dello stato è il presidente, eletto a suffragio universale per un mandato di sette anni. Il potere esecutivo spetta al governo, composto da 15 ministri a capo dei rispettivi dipartimenti, nominati dal Parlamento ed eletti dal presidente. Il governo è responsabile di fronte al Parlamento, composto dalla Camera dei Rappresentanti di 166 membri, eletti per un mandato di cinque anni su base proporzionale, e dal Senato di 60 membri, di cui 11 nominati dal primo ministro, 6 eletti dalle università e 43 scelti da un collegio composto da 900 rappresentanti dei governi locali e della Camera.

Nel sistema giudiziario, l'organo di grado più elevato è rappresentato dalla Corte suprema. Province, contee, municipalità e comuni sono dotati di propri organi amministrativi da cui dipendono i diversi servizi locali, tra cui quello sanitario; tutti i membri dei governi locali sono eletti in base a un sistema di rappresentanza proporzionale e solitamente per un periodo di cinque anni. Le principali forze politiche sono rappresentate dal Partito repubblicano (Fianna Fáil), Partito unito (Fine Gael), Democratici progressisti, Partito laburista, Verdi e Sinistra democratica.

Commonwealth (Common wealth, 'bene comune'), termine inglese destinato originariamente a indicare una comunità indipendente o semi-indipendente all'interno di un'entità politica il cui governo è basato sul consenso popolare. Nato come applicazione del principio della legittimità all'esistenza politica di uno stato affrancatosi dalle concezioni privatistiche monarchiche, si concretizzò per la prima volta nell'accordo del 1569 fra Polonia e Lituania per la comune difesa dalla minaccia del regno moscovita.

In italiano il termine è invece impiegato soprattutto per definire in modo sintetico i territori che in passato erano parte dell'impero britannico.

Nella storia anglosassone l'espressione ha avuto un particolare sviluppo, indicando negli anni diversi tipi di comunità politica. 'Commonwealth' fu infatti soprannominato il governo instaurato dal Parlamento dopo l'esecuzione del re Carlo I nel 1649; British Commonwealth fu definita nel 1914 l'entità politica costituita alla caduta dell'impero britannico per regolare i rapporti tra gli stati che ne facevano parte; Commonwealth of the Nations è stato chiamato nel dopoguerra il sistema di rapporti non politici, paritari e di collaborazione, instaurati fra le ex colonie e la Gran Bretagna.

Più recentemente è stato definito Commonwealth of Indipendent States (CIS) la comunità di stati indipendenti nata nel 1991 fra gli stati membri della disciolta Unione delle repubbliche socialiste sovietiche.









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta