ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

GERMANIA

GERMANIA
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

GERMANIA

LA RIVOLUZIONE DEL 1848

La rivoluzione scoppiata a Berlino nel 1848 ebbe una dinamica identica a quella parigina. Il re Federico Guglielmo IV di Prussia fu costretto a concedere la libertà di stampa e a convocare un Parlamento prussiano. Era scaturita la richiesta di un’Assemblea costituente rappresentante tutti gli stati tedeschi, Austria compresa. Un preparlamento stabilì che la Costituente tedesca sarebbe stata eletta a suffragio universale ed avrebbe avuto la sua sede a Francoforte. Fu chiaro però fin da subito che la Costituente di Francoforte non aveva la forza necessaria per imporsi ai sovrani tedeschi ne per avviare un processo di unificazione tedesca. In Prussia, il movimento liberaldemocratico conobbe un rapido declino ed il re Guglielmo IV si servì del forte nazionalismo per sciogliere il Parlamento prussiano e per emanare una Costituzione assai poco liberale. Intanto i lavori della costituente di Francoforte erano quasi esauriti; rimaneva attrito su una questione, quella fra ‘grandi tedeschi’ e ‘piccoli tedeschi’. I primi volevano tutti gli stati germanici intorno all’Austria imperiale, i secondi uno Stato nazionale compatto attorno al forte nucleo prussiano. Prevalse la seconda teoria, ma quando nel 1849 una delegazione dell’Assemblea si recò a Berlino per offrire al re di Prussia la corona, questi la rifiutò in quanto offerta da un’assemblea popolare rivoluzionaria. Il rifiuto di Guglielmo IV segnò la fine della Costituente di Francoforte e lo scioglimento dell’Assemblea.



BISMARCK - L’UNITA’ TEDESCA

Ad avviare l’unione fu Otto von Bismarck , il quale poté contare soprattutto sull’espansione di idee liberali sui modelli francesi ed inglesi .

L’ ascesa al potere di questo esponente della classe agraria prussiana (junkers) era stata fortemente voluta dal nuovo re di Prussia Guglielmo I , per sbloccare la delicata situazione col Parlamento , che si rifiutava di approvare la nuova riforma militare che prevedeva la leva obbligatoria triennale .

Questa riforma , naturalmente , prevedeva un’imminente ripresa di politica estera , questa volta mirata ad annientare l’Austria dalla scena politica tedesca .

Dopo un accordo (1864), la guerra scoppiò nel 1866; la Prussia poté contare sulla neutralità francese ( l’Austria si era dichiarata neutrale quando la Francia era in guerra con la Russia ), sull’ alleanza con l’Italia e sul suo potentissimo esercito , tanto che lo scontro venne definito guerra-lampo , in quanto ebbe una durata di poco superiore ad un mese .

Nell agosto del 1866, così, ci fu la pace di Praga ; questa portava sotto la Prussia l’Hannover , l’Assia , il Nassau e Francoforte, ma soprattutto obbligava gli Asburgo ad uscire dalla vecchia confederazione tedesca , e ad accettare una nuova riorganizzazione del territorio tedesco : La Prussia avrebbe guidato la Confederazione Nord , l’Austria quella meridionale, confederazione Sud che si alleò subito con la Prussia .

Così rafforzato, Bismarck poté procedere nel suo piano , passando alla successiva tappa che prevedeva il conflitto con la Francia di Napoleone 3. Questa tappa era l’ ultima per il raggiungimento dell’ unità territoriale, in quanto fra le due nazione c’ era un accordo del 1866 che portò i Francesi sino alle rive del Meno ( vicino a Francoforte ) .

Il pretesto per la guerra fu trovato con la successione al trono di Sna ;

Bismarck , provocatoriamente , propose la candidatura di Leopoldo , capo del ramo cattolico , che suscitò l’ira della Francia e lo scoppio della guerra . L’Italia rifiutò l’alleanza con Napoleone aspettando il momento buono per conquistare Roma ( protetta da Napoleone stesso ) , e l’Austria riò i francesi ancora una volta con la neutralità ( nell’ ordine sono: 1854 Austria, 1866 Francia e 1870 Austria). Nel 1870 la Francia subì una rovinosa sconfitta e lo stesso Napoleone 3 fu catturato .

Nel 1871 , stretta d assedio Parigi cadde, ed il 18 gennaio dello stesso anno, a Versailles i tedeschi proclamarono Guglielmo I imperatore del nuovo Impero federale germanico .

Thier , il capo del governo francese firmò la pace di Francoforte ; questa prevedeva la cessione della Francia alla Germania delle regioni dell’ Alsazia e della Lorena, e prevedeva un indennizzo di guerra pari a 5 miliardi di franchi d’ oro . Nel 1873 ci fu l’ alleanza dei tre imperatori, grazie all’ iniziativa di Bismarck ,che legava così gli imperi nordici di Germania, Austria e Russia, ed isolava così la Francia per la quale sarebbe stata impensabile un’ intesa con l’ Inghilterra

a causa delle rivalità coloniale .

Questo accordo comunque non faceva chiarezza ai problemi balcanici;

La situazione maturò tra il 1875 e il 1876 per effetto delle insurrezioni di Bosnia , Erzegovina , Serbia e Bulgaria .

La repressione del sultano turco fu denunciata da Gladstone al Parlamento inglese , ma tuttavia l’Inghilterra esitava per non avvanteggiare i piani Russi , che tra l’altro assunsero le difese degli Stati ortodossi oppressi .

La guerra russo - turca si concluse inevitabilmente con la vittoria dell’ esercito zarista , che portò alla pace di Santo Stefano : mentre la Russia occupava direttamente la Bessarabia , veniva creata una grande Bulgaria .

Fu allora che la flotta inglese minacciò di intervenire, così a Bismarck toccò il ruolo di mediatore , portando i contendenti al Congresso di Berlino del 1878 , congresso che ribaltava completamente gli esiti della paca russa-turca .

La bulgaria fu ridimensionata , gran parte dei territori balcanici tornarono sotto gli Ottomani , la Bosnia e l’ Erzegovina passavano sotto la protezione diretta dell’ Austria . Alla Russia restava solo la Bassarabia , mentre gli Inglesi si

' accontentarono ' dell’ isola di Cipro .

In definitiva , la Russia , che aveva vinto la guerra , era quella che aveva guadagnato di meno .

A partire da questo Congresso , la Francia repubblicana e la Russia autocratica si riavvicinarono .

Questo riavvicinamento era , però , proprio quello che Bismarck voleva evitare , ovvero una duplice minaccia da est e da ovest .

LA GERMANIA DI BISMARCK

La costituzione dell’Impero tedesco del 1871 , seppur fondata su caratteri liberali , ne era solo parzialmente improntata ;

Anche se il Parlamento era eletto a suffragio universale , alcuni meccanismi elettorali , la divisione per ceti , circoscrivevano ancora la potenzialità democratica di questo suffragio universale .

Il Governo era allora suddiviso in due filoni : uno delle grandi famiglie proprietarie prussiane legava i conservatori col partito dell’ Impero , mentre l’ altro filone politico, quello nazional-liberale , era dalla parte di Bismarck .

La prima mossa di Bismarck per ottenere il consolidamento fu la lotta col Partito di Centro ; questo infatti dominava i territori meridionali che Bismarck sperava di unire al proprio filone, ma questi territori erano conservatori dei Parlamenti locali e contavano prevalentemente sulla Chiesa .

La lotta che Bismarck condusse, quindi , fu proprio contro la Chiesa cattolica , lotta che prese il nome di ' lotta per la civiltà ' , e che mirava , dunque, a sottrarre una parte rilevante della borghesia tedesca all’ influenza del Papato romano , estraneo dal realizzare un blocco di forze sociali moderne ma centraliste , su cui fare perno per lo sviluppo economico e politico della Germania .

Nel 1873 , Bismarck avviò così la sua politica anti ecclesiastica , ma , il successo ottenuto nel 1874 dal Centro con ben 94 seggi , schiacciò totalmente Bismarck ed i suoi progetti .

Nel 1875, col Congresso di Gotha , nacque il partito Socialdemocratico tedesco , che si proponeva la tutela dei diritti dei lavoratori .

Nel 1879 il Governo approvò quindi la riforma sull’abolizione del liberoscambismo ( in Inghilterra ci fu tra il 1884 e il 1889 ) e si passò al protezionismo del mercato interno , con l’ accordo degli imprenditori di non ostilità fra loro .

Per contrastare le crescenti dimensioni del nuovo partito socialista , Bismarck riuscì a fare approvare in Parlamento una serie di incredibili provvedimenti contro i socildemocratici , provvedimenti che vietavano associazioni tendenti a mutare l’ ordine sociale e proibivano la stampa di orientamento socialista .

Nel 1884 e nel 1889 vennero rispettivamente approvate leggi sui fondi assicurativi per malattie ed infortuni e imposte per l’ assicurazione per la vecchiaia .

Nel 1891, col Congresso di Erfurt , venne approvato un ordine del giorno di Kausky , che indicava come principale obbiettivo della socialdemocrazia , la crescita politica ed elettorale per giungere ad un diretto controllo delle istituzioni .

Lo sviluppo economico si fondò soprattutto sulla siderurgia , l’elettricità e sulla chimica ; furono proprio questi crescenti progressi nello sviluppo che determinarono il declino della politica di Bismarck .

Il primo segnale si ebbe in politica estera, quando dopo che Bismarck ottenne una nuova Triplice Alleanza con Austria e Russia ed un accordo segreto con la stessa Russia contro la Francia ( 1887 ) , sul trono salì Guglielmo 2 che detestava completamente l’ ormai vecchio cancelliere .



Nel 1890 Bismarck rassegnò le dimissioni ma nuovo orientamento tedesco , fece concludere però un accordo tra lo Zar Alessandro 3 e la Francia nel 1893 ( la Russia quindi , cancellava in un certo senso il trattato segreto con la Germania del 1887) .

Sul piano politico, la Germania si trovava ora nella situazione che Bismarck era sempre riuscito ad evitare , ovvero accerchiata da est e da ovest .

COLONIALISMO (vedi eventi chiave)

PRIMA GUERRA MONDIALE (vedi eventi chiave)

DA WEIMAR AL NAZISMO

La fine della guerra aveva portato in Germania forti agitazioni popolari e la creazione di consigli di lavoratori e soldati . Nel 1917 si creò la Lega di Spartaco di Kautsky , che raccoglieva i Socialdemocratici indipendenti contrapposti al vecchio partito socialdemocratico tedesco .

La repressione di quest’ultimo delle agitazioni operaie organizzate dal primo , portò il vecchio partito guida tedesco ad orientamenti in parte della destra nazionalista e all’utilizzo dei corpi franchi , corpi militari . Il culmine di queste repressioni fu a Berlino nel 1919 durante l’insurrezione spartachista ; l’episodio fu chiamato settimana di sangue .

Intanto le elezioni mostrarono l’impossibilità di un governo affidato unicamente ai socialdemocratici , così si venne formando una coalizione tra Spd , centro e liberali . Nel 1919 a Weimar , sede del Parlamento , fu dichiarata la nascita della nuova Repubblica e fu stilata la nuova costituzione basata sul suffragio universale .

La politica interna comunque presentava forti contrasti : da una parte vi era la spaccatura tra comunisti e socialdemocratici , nella destra invece era nata la convinzione che la sconfitta in guerra era dovuta alle agitazioni operaie.

Si assistette così ad una serie interminabile di assassini politici e colpi di stato .

La fine della guerra sancita con l’armistizio del 9-l1-l8 e l’abdicazione dell’imperatore , avvennero in un clima di generale disgregazione del vecchio ordine sociale e politico .

In tutta la Germania nacquero consigli di operai e di soldati - i soviet - che esercitarono funzioni di governo .

Sulla scena politica agivano tre gruppi socialisti :

I socialdemocratici ( SPD )

I Socialisti indipendenti ( VSPD )

La Lega di Spartaco

n      I socialdemocratici erano i più moderati ; nel loro programma era previsto che fossero sciolti i soviet e fosse eletta , a suffragio universale , un’assemblea nazionale per dare una costituzione alla Germania .

n      I socialisti indipendenti si proponevano di non sciogliere i soviet , ma di riservare loro solo una funzione di semplice collaborazione con l’assemblea nazionale .

n      La Lega di Spartaco , guidata da Karl Liebknecht , considerava fondamentale il ruolo dei soviet e si batteva per l’instaurazione della repubblica socialista . Rifiutava il sistema parlamentare e propugnava l’azione rivoluzionaria che doveva essere realizzata con la partecipazione consapevole delle masse .

Fu formato un governo provvisorio di cui fecero parte i socialdemocratici e i socialisti indipendenti ; gli spartachisti passarono all’opposizione .

La situazione politica tedesca fu caratterizzata dalla netta divisione all’interno del movimento socialista che sfociò in una violenta repressione dell’estrema sinistra da parte del governo socialdemocratico .

Furono poi soffocati nel sangue gli scioperi scoppiati a Berlino e fu eliminata dai < corpi franchi > la Repubblica dei soviet , che era stata proclamata in Baviera .

Nel 1919 si insediò l’Assemblea nazionale , eletta a suffragio universale , che approvò la Nuova Costituzione della Repubblica .

La Repubblica fu detta di Weimar , dal nome della città in cui era stata fissata la sede dell’assemblea nazionale . La Repubblica di Weimar ebbe come presidente il socialdemocratico Ebert .

La situazione economica

Dal 1921 al 1923 la situazione economica si fece disastrosa a causa di un’inflazione che fece perdere rapidamente valore al marco tedesco .

Le cause dell’inflazione tedesca vanno ricercate nei gravosi impegni di spesa per la guerra , nelle sanzioni da are ai vincitori , nelle difficoltà dell’apparato produttivo tedesco dopo la guerra - privato della Saar - nella crisi dei rapporti commerciali internazionali .

Gli effetti della crisi furono particolarmente gravi per i ceti medi , che videro gravemente compromessi i loro redditi fissi e il potere d’acquisto degli stipendi .

Anche gli operai subirono gli effetti negativi dell’inflazione , ma riuscirono a limitarli in parte perché erano organizzati sindacalmente e potevano avanzare rivendicazioni economiche in modo da attenuare la perdita di valore dei salari .

L’inflazione arrecò invece vantaggi ai proprietari di immobili e soprattutto agli industriali che poterono vendere i loro prodotti all’estero con maggiore facilità e poterono are i debiti con una moneta ormai deprezzata .

Nei confronti della Germania i paesi vincitori ebbero atteggiamenti diversi .

La Francia puntava all’annientamento della potenza industriale tedesca e all’utilizzazione delle riparazioni di guerra per are i propri debiti contratti con gli USA .

Inghilterra e Stati Uniti propendevano invece per una ripresa economica della Germania , che sarebbe potuto diventare perciò l’elemento cardine per isolare la Russia comunista .

Nel 1923 la situazione economica tedesca appariva talmente compromessa che fu evidente la necessità di urgenti interventi risanatori .

Venne così applicato il piano Dawles che prevedeva facilitazioni nel amento delle riparazioni e massicci finanziamenti per l’economia tedesca .

Hitler al potere



Questo processo di crescita economica e di stabilizzazione politica si sarebbe interrotto bruscamente con la crisi del 1929 che avrebbe avuto come sbocco politico la presa di potere da parte di Hitler .

Hitler fonda il Partito Nazional Socialista e nel 1921 costituì le S.A. - Sturm abteilungen = sezioni d’assalto - , un’organizzazione paramilitare da impiegare contro le forze della sinistra .

Nel 1923 tentò un colpo di stato a Monaco che fallì ; durante la carcerazione si occupò del suo libro Mein Kampf . Uscì di prigione nel 1925 e si dedicò a riorganizzare il partito , che aveva ancora un peso politico irrilevante .La travolgente crescita del partito di Hitler , il nazionalsocialista , è legata alla grande crisi economica del ’29 ; i partiti politici più forti della Repubblica di Weimar , infatti , ossia il Partito socialdemocratico e quello cattolico , non seppero reggere all’urto della crisi economica . Nelle elezioni del 1930 il Partito nazionalsocialista ottenne il 18 % dei voti .

Nelle nuove elezioni del ’32 il nazismo era riuscito a conquistare il consenso elettorale di gran parte dei disoccupati e della piccola borghesia , nonché degli operai .

Nel gennaio del 1933 , il presidente Hindenburg affidò ad Hitler l’incarico di formare il nuovo governo . Nell’arco di pochi mesi Hitler riuscì a organizzare il nuovo Stato tedesco , che ebbe il nome di Terzo Reich .

Sciolto il Parlamento , le elezioni furono indette per il 5 marzo . furono chiusi dai nazisti numerosi giornali , furono date istruzioni alla forza pubblica di non ostacolare le S.A. , che intensificarono le loro azioni contro gli avversari politici .

Nelle elezioni , la destra , egemonizzata dai nazisti , ottenne una tanto schiacciante quanto scontata vittoria .

Poco dopo le S.A. occuparono tutte le sedi sindacali e ne arrestarono i dirigenti ; i sindacati furono sostituiti dal Fronte del lavoro , un’organizzazione di tipo corporativo .

Nel mese di giugno fu sciolto il partito socialdemocratico , mentre quello cattolico si sciolse spontaneamente . La Chiesa cattolica infatti aveva stipulato un Concordato con il nuovo regime , riuscendo così a mantenere la propria autonomia di culto , ma dovette rinunciare ad ogni forma di impegno sindacale e politico dei cattolici .

Hitler conquistò rapidamente e conservò saldamente il potere , facendo leva su una serie di spinte e di esigenze presenti nella società tedesca :

Si era fortemente opposto alla classe governativa considerata da molti Tedeschi come incapace

Aveva eliminato ogni forma di conflittualità sociale

Aveva attaccato ed eliminato le organizzazioni dei lavoratori

Aveva esaltato le aspirazioni nazionalistiche ed imperialistiche , in particolare negli ambienti militari

Era riuscito a contrastare efficacemente gli effetti portati dalla crisi del ’29

Aveva attuato un eccezionale piano di investimenti statali per gli armamenti e per le opere pubbliche

Aveva astutamente saputo approfittare del drastico calo dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali , devastati dalla Grande Crisi .

Il regime nazista

Il mito della superiorità della razza ariana è un elemento fondamentale della storia dello Stato nazista; l’organizzazione dello Stato aveva infatti come fine la conservazione e l’affermazione della razza superiore .

Ne derivava la legittimazione della costituzione di un apparato totalitario . LA teoria della superiorità e della purezza della razza giustificò la persecuzione contro gli ebrei , che con le leggi di Norimberga del 1935 , furono esclusi dal diritto di voto , dalle cariche pubbliche , dall’esercizio delle libere professioni e del commercio , sino a giungere alle deportazioni di massa e allo sterminio .

Il regime seppe sfruttare le moderne tecniche di proanda e di comunicazione per coltivare l’adesione della popolazione tedesca all’ideologia nazista .

Ogni forma di opposizione fu neutralizzata ; per eliminare gli avversari del regime , era stata allestita una serie di strumenti di repressione e indagine , come la Gestapo , potente polizia politica , le SS , truppe sceltissime , i campi di concentramento .

Nella notte del 3/6/34 , la cosiddetta notte di lunghi coltelli , le SS furono impegnate per massacrare le SA . Appartenevano a quest’ultima quegli esponenti del partito nazista che volevano un più radicale cambiamento della società tedesca e puntavano ad eliminare il capitalismo privato .

La soppressione di quest’ala nazista fu necessaria per rassicurare la borghesia capitalistica .

Nel 1934 Hindenburg morì e la carica di presidente venne assunta da Hitler .

La politica estera di Hitler

L’ascesa di Hitler e la costruzione del regime nazista non furono correttamente valutati dagli Stati europei che non seppero contrastare i rischi di un nuovo conflitto che incautamente veniva favorito .

Hitler riuscì così ad inserirsi nel gioco diplomatico internazionale e a svolgervi un ruolo di primo piano .

Nel 1933 stipulò un patto con Inghilterra , Francia e Italia , finalizzato a mantenere la pace . Nel ’34 firmò un patto di non aggressione con la Polonia in funzione anti-russa .



Favorì poi il tentativo dei nazisti austriaci di annettere l’Austria al Reich tedesco , lAnschluss , atto proibito dal trattato di Versailles col quale si era conclusa la Prima guerra mondiale .

Nel ’35 , violando il trattato di pace , introdusse la leva obbligatoria portando l’esercito ad un potenziale cinque volte maggiore del precedente . Stipulò quindi , lo stesso anno , un accordo con l’Inghilterra che le permise di ricostruire la flotta militare . Nel ’38 , stretti i rapporti con l’Italia , riuscirà poi a realizzare l’Anschluss e stringerà l’asse Berlino - Roma .

La guerra in Sna

L’occasione di misurare la propria forza fu fornita la nazifascismo dalla guerra civile snola ;

in Portogallo era stata adottata una costituzione repubblicana nel 1910 . Nel 1926 i contrasti interni sfociarono nel colpo di stato militare di Oliveira .

In Sna la lotta politica cedette il posto ad una lunga e sanguinosa guerra civile .

In questo paese agiva un forte movimento anarchico , con un suo sindacato : si stava diffondendo un movimento democratico - repubblicano .

Nel 1931 cadde il governo di carattere dittatoriale di Primo de Riveira . La Repubblica snola appena nata dovette affrontare una difficilissima situazione economica che provocò la crescita della disoccupazione e un’aspra opposizione politica .

Il governo avviò così una riforma agraria e la concessione dell’autonomia alla Catalogna ; però questa comine governativa non seppe impostare una politica efficace per arginare la crisi economica e così , nel ’34 scoppiarono moti operai che diedero vita al cosiddetto ottobre snolo , poiché il governo diede vita ad una sanguinosa repressione da parte dell’esercito guidato da Francisco Franco .

A ciò si aggiunsero ben presto gli atti di terrorismo della destra e la ribellione delle guarnigioni militari.

Alla testa della ribellione dei militari si pose sempre il generale Franco , il che provocò , da parte del governo repubblicano , prima il tentativo di controllo della rivolta , quindi la scissione dell’esercito con la distribuzione di armi al popolo ; ebbe inizio in tal modo la guerra civile .

Le forze di destra guidate da Francisco Franco ricevettero cospicui aiuti da parte del regime fascista e nazista .

L’Italia e la Germania riconobbero infatti che i rispettivi interessi in buona parte coincidevano tanto da creare l’asse Roma - Berlino.

L’Inghilterra , coi conservatori al governo , voleva evitare ogni motivo di contrasto nei rapporti internazionali e perciò si astenne da ogni forma di intervento .

Anche la Francia non fornì alcun aiuto alla Repubblica snola , come del resto fecero gli Stati Uniti .

L’Unione Sovietica invece , non solo fornì armi e denaro , ma favorì anche l’intervento di volontari europei a favore della repubblica snol .

Con questo intervento l’URSS si proponeva di contrastare l’avanzata fascista in Europa e di riavvicinarsi agli Stati democratici occidentali.

Le formazioni volontarie che combatterono in Sna erano fortemente indirizzate verso il comunismo ; ciò ebbe come conseguenza la crescita dell’influenza del Partito comunista snolo all’interno del Fronte popolare .

Sorgono comunque conflitti all’interno dello schieramento di Sinistra ; i comunisti sostennero infatti la necessità di raccogliere tutte le forze repubblicane sotto la direzione unitaria e ritenevano che per realizzare tale coordinamento fosse necessario ricostruire l’apparato statale snolo .

Queste posizioni non erano condivise dagli anarchici che furono favorevoli invece , alle esperienze di collettivizzazione di terre e di fabbriche , che furono fatte in quel periodo , spesso di spontanea iniziativa popolare .

I contrasti sfociarono in scontri e rappresaglie ; si ha quindi una guerra civile nella guerra civile .

Dall’altra parte dello schieramento i ribelli , guidati da Francisco Franco , poterono contare sugli aiuti finanziari e militari di Italia e Germania , sul deciso sostegno della gerarchia ecclesiastica e su una sostanziale unità interna . Tutte le divisioni interne alla destra erano state , infatti , eliminate e si era creata una struttura organizzativa unica , la Falange Nazionalista.

La guerra civile durò tre anni e si concluse nel 1939 con la caduta di Madrid , ed ebbe inizio la dittatura di Francisco Franco ; moltissimi antifascisti furono uccisi , altri imprigionati o costretti all’esilio .

LA SECONDA GUERRA MONDIALE (vedi eventi chiave)

LA GUERRA FREDDA - DA POSTDAM ALLA CADUTA DEL MURO DI BERLINO (vedi anche eventi chiave)

Il più importante terreno di scontro del dopoguerra fu la questione della Germani, divisa in quattro zone d’occupazione (americana, inglese, francese e russa). Berlino, che si trovava nella zona di occupazione russa fu anch’essa divisa in quattro blocchi. Saltata ogni possibilità d’intesa coi sovietici, stati Uniti ed Inghilterra integrarono le loro zone d’azione liberalizzando l’economia e rivitalizzandola poi con gli aiuti del Piano Marshall. Di fronte alla nascita di un forte Stato Tedesco occidentale, Stalin reagì con la prova di forza del blocco di Berlino. Nel 1948 l’URSS chiuse gli accessi alla città impedendone il rifornimento, nella speranza di indurre gli occidentali ad abbandonare la zona ovest da loro occupata. La crisi, invece di risolversi con le armi, lo fece senza alcuno scontro militare: gli Americani, infatti, organizzarono un gigantesco ponte aereo per rifornire la città finche nel ‘49 i sovietici si risolsero a togliere il blocco inefficace.

Furono poi unificate tutte e tre le zone occidentali e fu proclamata la Repubblica Federale Tedesca con capitale Bonn. La risposta sovietica fu la creazione di una Repubblica democratica tedesca con capitale Pankow.

La decisione assunta dai nuovi dirigenti ungheresi di rimuovere i controlli e le barriere al confine con l’Austria innescò una serie di reazioni in tutto il mondo comunista. A partire dell’estate ‘89, decine di migliaia di cittadini della Germania orientale abbandonarono il loro Paese per raggiungere la Repubblica Federale tedesca attraverso Ungheria ed Austria. La fuga di massa mise in crisi il regime comunista costringendo alle dimissioni il leader Honecker. Nella notte tra il 9 ed il 10 novembre del 1989 furono riaperti i confini fra le due Germanie con l’abbattimento del muro di Berlino, emblema della Guerra Fredda: grandi masse di cittadini orientali abbandonarono il Paese per raggiungere l’ala occidentale.

LA GERMANIA RIUNIFICATA

Le conseguenze più clamorose del crollo dei regimi comunisti si ebbero in Germania est dove le elezioni del 1990 punirono non solo gli ex comunisti, ma anche i socialdemocratici e gli altri gruppi di sinistra, colpevoli di essere troppo ‘timidi’ di fronte alla prospettiva di un’immediata unificazione tedesca nel segno dell’economia di mercato e della democrazia liberale.

In questa situazione si inserì l’azione del Governo Kohl che riuscì a preparare in pochi mesi l’assorbimento della Germania orientale nelle strutture della Repubblica federale tedesca e a fare accettare al mondo intero, in primis ai sovietici, una Germania unita ed integrata nell’Alleanza Atlantica e nella NATO. I due governi firmarono un trattato per l’unificazione economica e monetaria, poi, il 3 ottobre, dopo che Gorbacev aveva dato il suo assenso, entrò in vigore il vero e proprio trattato di unificazione politica.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta